Nuovo cda per Fondazione Caript. Scelte strategiche dell’assemblea: "Parità di genere e competenze"

"Un Consiglio racchiude biografie e professionalità diverse, che è espressione della varietà territoriale". Ecco chi sono i consiglieri e chi siede nel collegio dei revisori dei conti. Tutta la nuova geografia dell’ente.

Nuovo cda per Fondazione Caript. Scelte strategiche dell’assemblea: "Parità di genere e competenze"

Nuovo cda per Fondazione Caript. Scelte strategiche dell’assemblea: "Parità di genere e competenze"

Il nuovo Consiglio di amministrazione di Fondazione Caript, eletto all’unanimità dal consiglio generale (con l’astensione di Lisabetta Buiani, Federica Landucci e Giacomo Manetti, che erano candidati al nuovo Cda e che vi stati eletti) tiene conto di tre elementi fondamentali: parità di genere, rappresentanza territoriale e competenze diversificate. Vediamo la composizione. Confermata Cristina Pantera. Cinque i nuovi ingressi: Lisabetta Buiani, Federica Landucci, Marina Lauri, Raffaele Lenzi e Giacomo Manetti. Rimane nel CdA anche Antonio di Zanni (eletto nel 2022 e in scadenza nel 2026).

"Ringrazio il presidente Zogheri e il Cda uscente per il lavoro svolto e l’accompagnamento di queste prime settimane. Ringrazio calorosamente coloro che hanno accettato di condividere con me questo nuovo impegno – ha detto il presidente di Fondazione Caript, Luca Gori -. È un Cda che racchiude biografie e professionalità diverse, che è espressione della varietà territoriale della provincia di Pistoia e che ha un bilanciamento fra esperienze consolidate e nuovi ingressi. Si tratta, a mio giudizio, di caratteristiche preziose per il nostro lavoro nei prossimi quattro anni". Come revisori dei conti sono stati eletti Daniele Capecchi, Monica Bigazzi e Edoardo Franceschi, con revisori supplenti Andrea Bongi e Daniela Lari.

Conosciamo più da vicino gli amministratori. Cristina Pantera, commercialista di Pescia, è sindaco revisore di società, enti locali e difensore in materia tributaria. È stata vicepresidente della Fondazione Caript nel precedente mandato; Antonio Di Zanni, pistoiese, è manager e consulente d’impresa, già presidente dell’azienda di trasporto pubblico locale Copit; Lisabetta Buiani, avvocato di Pistoia, è specializzata in diritto del lavoro e previdenziale, diritto societario, commerciale e fallimentare e in diritto di famiglia; Federica Landucci è imprenditrice co-titolare della storica azienda pistoiese di accessori per pastifici, già presidente di Confindustria Pistoia e vicepresidente di Confindustria Toscana Nord; Marina Lauri è presidente del Gal Montagnappennino, è stata sindaco di Cutigliano e lavora per Anci Toscana; Raffaele Lenzi è notaio a Firenze e professore di diritto privato all’Università di Siena; Giacomo Manetti è professore di Economia aziendale e dottore di ricerca in programmazione e controllo all’Università di Firenze. Dal 2020 è membro del Consiglio di amministrazione dell’Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze. Fondazione Caript è un punto di riferimento fondamentale per la sua capacità di intervento, realizza progetti propri e concede contributi a fondo perduto a enti pubblici e organizzazioni del terzo settore; operando prevalentemente su Pistoia e provincia in cinque aree distinte: sviluppo e innovazione, cultura, sociale, formazione e ricerca, salute.