Moto e motorini al palo: Pistoia ultima in Toscana

La provincia di Pistoia è fra le ultime in Toscana per numero di motocicli circolanti, con la città che è ultima nel Granducato. I mezzi pubblici viaggiano spesso vuoti, mentre le quattro ruote private sono le preferite.

Nel report prodotto da Aci, sulla base delle rilevazioni di Istat, rimane pressoché costante il dato che vede la nostra provincia sempre galleggiare fra sesta e settima "forza" della Toscana in tutti i parametri, dai mezzi nuovi immatricolati al numero di incidenti mortali che, però, si impennano per il solo capoluogo essendo a parimerito con Massa e Livorno al terzo posto. Ma, come trend confermato anche rispetto ai dati degli anni scorsi, c’è una voce che fa riflettere: la nostra provincia è penultima per numeri di motocicli circolanti, e riesce a stare davanti soltanto a Prato, ma se poi si guarda soltanto la città si scopre come in realtà siamo davvero ultimi nel Granducato. Del resto, basta fare un giro a Livorno, piuttosto che Pisa e Lucca per accorgersi di quanti motorini in più ci siano nelle altre città. Qui, invece, si pensa solo e soltanto alle quattro ruote private, visto che i mezzi pubblici continuano a viaggiare spesso vuoti o quasi.

S.M.