Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
29 apr 2022

"Le nuove misure daranno lo sprint che serve La bella stagione e il turismo faranno il resto"

I titolari di bar e ristoranti hanno fiducia: "Le presenze, nell’ultimo mese, hanno toccato i numeri del periodo pre pandemia". Le regole su mascherine e green pass favoriranno i consumi. Ma molti hanno ridotto l’orario, per risparmiare sui costi lievitati

29 apr 2022
Alessio Genova, responsabile di turno a Le Grand Café du Globe: «Noi siamo sempre aperti, anche di domenica»
Alessio Genova, responsabile di turno a Le Grand Café du Globe: «Noi siamo sempre aperti, anche di domenica»
Alessio Genova, responsabile di turno a Le Grand Café du Globe: «Noi siamo sempre aperti, anche di domenica»
Alessio Genova, responsabile di turno a Le Grand Café du Globe: «Noi siamo sempre aperti, anche di domenica»
Alessio Genova, responsabile di turno a Le Grand Café du Globe: «Noi siamo sempre aperti, anche di domenica»
Alessio Genova, responsabile di turno a Le Grand Café du Globe: «Noi siamo sempre aperti, anche di domenica»

Le presenze turistiche nei territori hanno toccato i livelli pre-pandemia, i gestori di bar e ristoranti lo confermano: ripartire è possibile. Morena Berti, titolare del Bar Morena di Viale Matteotti afferma "abbiamo aperto la nostra attività neanche un mese fa. Andando controcorrente, abbiamo scommesso sulla ripartenza. La crisi c’è, ma i clienti non ci mancano". Rispetto alla decisione intrapresa dal Consiglio dei ministri circa l’abolizione dell’obbligo di mascherine al chiuso, dal 30 aprile e del green pass rafforzato, dal primo maggio; Berti risponde: "la paura del Covid rimane, il problema, adesso, è la crisi finanziaria: noi siamo il superfluo". Riferendosi, invece, al primo maggio, Berti afferma "il nostro bar è aperto sei giorni su sette con chiusura la domenica; è controproducente restare aperti, oltretutto, non si svolgerà il tradizionale mercato e i supermercati resteranno chiusi. Comunque – prosegue Berti – i locali del centro storico sono aperti, chi si lamenta delle chiusure forse non frequenta il centro". Il responsabile di turno, Alessio Genova, di Le Grand Café du Globe, lo conferma "il nostro locale lavora anche la domenica. È innegabile che il personale sia stato ridotto e che il fatturato abbia subito un calo ma noi ci siamo". Stessa opinione anche per il titolare di Bar Libreria del Globo, Carlo Quartieri e per la responsabile di turno di Caffè Valiani, Lucia Meoni, che dicono "di non comprendere le lamentale rivolte alle chiusure domenicali, i nostri bar restano regolarmente aperti". Meoni, poi, ribadisce – "certo la situazione potrebbe essere migliore. Il mercato centrale è stato spostato in zona stadio, così come il mercatino dell’antiquariato: attiravano i turisti in centro". Rispetto alla clientela Meoni dichiara: "lavoriamo molto con le scuole, abbiamo un buon afflusso di studenti e di famiglie che non rinunciano alla colazione al bar ma non raggiungeremo mai i livelli ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?