Lavori al ponte sullo Stella. Si riparte dopo lo stop

Il cantiere era fermo dopo l’alluvione. Il sindaco Romiti: "Via ai carotaggi"

Lavori al ponte sullo Stella. Si riparte dopo lo stop
Lavori al ponte sullo Stella. Si riparte dopo lo stop

L’alluvione dello scorso novembre aveva rallentato l’iter, impedendo l’esecuzione dei campionamenti necessari alla progettazione. E nei giorni scorsi, il Comune ha quindi concesso una proroga sino al prossimo 30 giugno all’azienda che dovrà occuparsi delle fasi di progettazione definitiva ed esecutiva. Questo il punto sull’operazione da 250mila euro che dovrà riguardare la messa in sicurezza del ponte sullo Stella, lungo via Larga. Un’opera che prevede opere manutentive ordinarie e straordinarie sull’infrastruttura, oltre all’installazione del guard rail ai margini dell’attraversamento. Proprio tre giorni fa il Comune ha proceduto all’affidamento dei carotaggi: lo studio associato di ingegneria che dovrà occuparsi di progettare quello che sarà poi il cantiere aveva richiesto la possibilità di prelevare alcuni campioni in loco ed è arrivato adesso il via libera: gli addetti procederanno nel dettaglio al prelievo di sei campioni di calcestruzzo sulla soletta del ponte (compresa l’esecuzione di successiva prova di schiacciamento) e il prelievo di tre barre d’armatura mediante taglio e successiva esecuzione di prova di trazione. Un passo avanti dopo una fase di stallo involontaria dettata dagli eventi atmosferici che lo scorso autunno hanno colpito duramente il territorio quarratino. E sono stati proprio i risvolti dell’alluvione dello scorso 2 novembre a costringere l’ente a procrastinare l’affidamento del campionamento, come si evince dalla determina dello scorso martedì. A seguito del violento acquazzone, gli uffici comunali si sono visti costretti a concentrarsi totalmente nell’attuazione di interventi urgenti finalizzati a fronteggiare l’emergenza, anche mediante interventi di somma urgenza. E non è tutto, perché il Comune sarebbe nel frattempo anche stato vittima di un attacco hacker, che dallo scorso dicembre ai primi giorni del nuovo anno avrebbe paralizzato ulteriormente l’attività dell’ente. E adesso che i problemi sembrano essere alle spalle (perlomeno quelli più impellenti) il percorso può (ri)partire. "Si tratta a nostro avviso di un intervento importante, che rientra nella messa in sicurezza del territorio – ha commentato a tal proposito il sindaco Gabriele Romiti – a breve inizieranno i campionamenti, per poi arrivare alla redazione e alla consegna del progetto entro la prossima estate".

Giovanni Fiorentino