In trincea contro il virus, là dove tutto è cominciato, raccontando una battaglia che ha messo a dura prova la tenuta di un intero sistema. Si parlerà di questo e molto altro attorno al Covid-19 domani all’Arci delle Fornaci, alla presenza del medico di pronto soccorso Francesca Mangiatordi, protagonista della mostra "Visual Covid" allestita nelle vetrine della biblioteca San Giorgio. Sue le 56 foto che documentano l’attività straordinaria dell’ospedale Maggiore di Cremona nel periodo marzo-aprile, quando gli operatori sanitari hanno subito le maggiori pressioni in termini di carico di lavoro nel corso di tutta l’emergenza. La mostra (aperta fino al 25 ottobre) conta anche lo scatto diventato emblematico della pandemia, quello che ritrae l’infermiera Elena addormentata ormai sfinita sulla tastiera di un computer.

"Le foto di Mangiatordi – scrive Stefania Mattioli, responsabile comunicazione Asl Cremona – si sono fatte veicolo potente durante i mesi più bui, hanno aiutato le persone fuori dall’ospedale a comprendere la gravità di quanto stava accadendo. I suoi ritratti mettono a nudo frammenti di realtà vissuta, restano sulla pelle di chi guarda".