Cristian e la tesi sulla Villa

Cristian Farina, uno studente di Architettura del paesaggio, racconta l'esperienza di vivere e studiare presso la Villa di Celle, grazie all'accoglienza e al supporto di Giuliano Gori e della sua famiglia.

Cristian e la tesi sulla Villa
Cristian e la tesi sulla Villa

PISTOIA

Vivere la Villa di Celle come se fosse casa, il suo splendido parco come fosse il proprio giardino domestico. Per via di quel senso di accoglienza che per Giuliano Gori era cosa naturale, strumento anch’esso di crescita. E poi respirare l’arte, conoscere da vicino chi di quel binomio – arte e natura – ha fatto una straordinaria ragione di vita.

Cristian Farina ha 26 anni, è uno studente di Architettura del paesaggio all’Università di Firenze, nel cassetto pronta ad essere discussa nelle prossime settimane una tesi dedicata proprio alla Fattoria che lo stesso studente ha avuto il piacere di presentare proprio a Giuliano Gori.

"Sono arrivato in Villa nel giugno dello scorso anno per iniziare il mio tirocinio, primo della mia Scuola grazie alla professoressa Anna Lambertini ad avere il privilegio di questa esperienza – racconta -. Nonostante sia riuscito a condividere poco tempo con Giuliano Gori, è stata immediata un’impressione: era un uomo passionato, mosso in ogni cosa da un grande entusiasmo, così come mi confermò l’ultimo incontro a fine dicembre per mostrargli l’avanzamento della mia tesi di laurea".

"Da lui e dalla sua famiglia – aggiunge Cristian – ho ricevuto grande accoglienza. Mi hanno aperto le porte della loro casa e insieme anche le stanze della mia mente. Sono felice e onorato di aver avuto questo privilegio".

l.m.