Barriere acustiche: "Ora un incontro in Regione"

Elena Bardelli e Raffaele Landi di Serravalle Civica chiedono un colloquio con l'assessore regionale per le barriere fonoassorbenti mancanti sull'autostrada Pistoia-Montecatini a Masotti, dopo anni di attesa e rimpalli di responsabilità tra Regione e Autostrade Spa.

Barriere acustiche: "Ora un incontro in Regione"

Elena Bardelli e Raffaele Landi di Serravalle Civica chiedono un colloquio con l'assessore regionale per le barriere fonoassorbenti mancanti sull'autostrada Pistoia-Montecatini a Masotti, dopo anni di attesa e rimpalli di responsabilità tra Regione e Autostrade Spa.

"Non avendo ad oggi ricevuto nessuna risposta ai precedenti appelli, abbiamo richiesto un colloquio con l’assessore regionale". Lo hanno annunciato Elena Bardelli e Raffaele Landi, rispettivamente referente di Serravalle Civica e presidente del Comitato per il territorio della provincia di Pistoia, intervenendo sulla questione delle barriere fonoassorbenti nel tratto autostradale Pistoia – Montecatini all’altezza di Masotti. Serravalle Civica aveva già inviato lo scorso anno una pec all’assessore regionale ai trasporti Stefano Baccelli, in rappresentanza di diciannove cittadini, chiedendo di fare il punto sulle tempistiche dell’installazione delle barriere. Il piano prevede in buona sostanza di installare pannelli capaci di ridurre l’inquinamento acustico più volte lamentato da chi abita nella zona, ma per il momento non si è ancora concretizzato. E stando perlomeno a quanto fatto sapere nel recente passato dalla stessa Bardelli, alla base di tutto ci sarebbe un rimpallo di responsabilità e competenze fra Regione Toscana ed Autostrade Spa. "I cittadini di Masotti attendono ormai da più di venti anni la risoluzione del problema dell’inquinamento acustico, al quale sono continuamente esposti – hanno concluso Bardelli e Landi - ma finora né le istituzioni comunali né le istituzioni regionali, scaricando reciprocamente le responsabilità l’una nei confronti dell’altra, sono riuscite a ottenere l’installazione dei pannelli anti-rumore da parte di Autostrade per l’Italia".

Giovanni Fiorentino