Pistoiese-Pianese (foto Acerboni/FotoCastellani)
Pistoiese-Pianese (foto Acerboni/FotoCastellani)

Pistoia, 3 novembre 2019 - Colpaccio arancione. La Pistoiese supera di misura la rivelazione Pianese: dopo i 2 punti esterni a Novara e Alessandria, ecco il successo sugli aretini. La squadra di Pancaro è in netta crescita. Sotto una pioggia incessante Pistoiese praticamente al completo (out l’infortunato storico Minardi), Pianese priva del difensore Francesco Gagliardi e del centrocampista Serini, entrambi squalificati, mentre King Udoh, miglior marcatore degli zebrati, è fuori per infortunio. Per cuori forti l’avvio di gara. Al 1’, infatti, perfetto involontario assist dell’arancione Ferrarini sulla trequarti ospite per l’avversario Rinaldini, che entra in area e a tu per tu con Pisseri si fa ipnotizzare; pochi secondi dopo un’altra opportunità per gli ospiti con l’ex Regoli, che spara alto da pochi passi.

È la Pianese a fare la partita, ma a passare in vantaggio sono i padroni di casa. Al 23’ l’ottimo Valiani crossa dalla sinistra, Gucci con un colpo di testa anticipa Ambrogio, che commette un netto fallo di mano nel tentativo di contrastare il rivale: la signora Marotta, vicina all’azione e prontissima, decreta il calcio di rigore, che Stijepovic trasforma con una forte conclusione centrale sotto la traversa. Al 31’ e 34’ due colpi di testa dell’ex Momentè procurano qualche brivido alla retroguardia orange. Al 45’ traversone di Ferrarini dalla destra, ma Gucci di testa non riesce a indirizzare verso lo specchio di porta. Una prima frazione da gioco tutto sommato piacevole, nonostante le condizioni meteo inclementi.

La Pianese ha avuto maggior possesso palla, ma la Pistoiese ha fornito una prova intelligente, controllando e ripartendo. La ripresa incomincia da dove era terminata, con gli uomini di Masi a macinare gioco. Ma di occasioni da gol, almeno nel primo quarto d’ora di gioco, zero. Una timida protesta aretina per un presunto fallo di mano di Vitiello, ma il pallone picchia sul piede e dopo sul braccio del centrocampista di casa e l’arbitro non si fa ingannare. Al 23’ Momentè non sfrutta un calcio di punizione da favorevole posizione. Al 40’ Ferrarini si divora il raddoppio, dopo una splendida incursione sulla destra. Al 49’ grossa chance per la Pianese: Bianchi da solo in area, defilato sulla sinistra, manda alto. Finisce con gli arancioni, una tantum, applauditi dai tifosi.

Il tabellino: 1-0 (1-0)
PISTOIESE (3-4-1-2): Pisseri; Capellini (27' st Bordin), Camilleri, Terigi; Ferrarini, Spinozzi (7' st Bortoletti), Vitiello (37’ st Mazzarani), Llamas; Valiani; Stijepovic (37’ st Cappelluzzo), Gucci.
A disp: Salvalaggio, Cerretelli, Dametto, Tartaglione, Falcone, Morachioli, Viti, Tempesti.
All. Pancaro.
PIANESE (4-3-1-2): Fontana; Regoli, Cason, Dierna, Ambrogio (37’ st Seminara); Vavassori (31’ st Scarlino), Simeoni, Catanese; Giacomo Benedetti (37’ st Montaperto); Rinaldini (31’ st Bianchi), Momentè (31’ st Lorenzo Benedetti).
A disp. Vitali, Dragone, Carannante, Figoli, Luca Benedetti, Fortuni.
All. Masi.
Arbitro: Marotta di Sapri.
Marcatore: 24' pt Stijepovic su calcio di rigore.
Note: tardo pomeriggio piovoso, temperatura 14°. Spettatori circa 700. Ammoniti: Camilleri, (Pistoiese), Simeoni, Cason, Momentè, Dierna (Pianese). Angoli 5-1 per la Pianese. Recuperi 2' pt, st.