SMSBiblio, alla biblioteca comunale la prima iniziativa del Centro di vittimologia

La nuova associazione nata a Pisa si presenta con un incontro con il criminologo Marco Monzani

La biblioteca del Centro Sms

La biblioteca del Centro Sms

Pisa, 30 gennaio 2024. Nasce a Pisa l'Associazione CenVit-Centro di Vittimologia, per volontà di tre professioniste con differente formazione accademica e con esperienze professionali ultraventennali multidisciplinari, afferenti al mondo della cooperazione sociale, psicologico-pedagogico e della mediazione e della giustizia riparativa. L'Associazione vuole sensibilizzare contro ogni forma di violenza e di ingiustizia subita, ma anche promuovere percorsi di crescita e consapevolezza personale in ottica preventiva e riparativa. CenVit si presenta al territorio con una prima iniziativa, patrocinata dal Comune di Pisa, che prevede due incontri tematici presso la SMSBiblio in Via San Michele degli Scalzi, il prossimo venerdì 2 febbraio e venerdì 1 marzo, a partire dalle ore 17. Il 2 febbraio, dopo una breve introduzione di Angela Giacovelli, Presidente dell’Associazione CenVit e i saluti istituzionali di Virginia Mancini, Presidente della Commissione cultura del Comune di Pisa, Elena Fiorini Direttrice dell'Ufficio Distrettuale di Esecuzione Penale Esterna UDEPE e Maria Atzeni, Responsabile U.F. socio-assistenziale, Consultorio e Neuropsichiatria infantile della SdS della Zona Pisana, interverrà Marco Monzani, criminologo e vittimologo, autore di numerose pubblicazioni tra cui il libro “Manuale di Vittimologia”. Il tema oggetto dell’incontro sarà “Il silenzio delle vittime” per introdurre la vittimologia e stimolare una riflessione sul vissuto della vittima e sul suo silenzio inconsapevole. Nel secondo incontro del 1 marzo interverranno Anna Maria Sepe e Anna De Simone, psicologhe e autrici del libro “D’Amore ci si ammala d’Amore si guarisce”. L’incontro sarà occasione per promuovere l’importanza della consapevolezza e della crescita personale per assicurarsi una vita relazionale sana. Questo ciclo di incontri rappresenta una delle prime iniziative a cui ne seguiranno altre analoghe, in quanto è volontà dell’Associazione promuovere, in collegamento con tutte le realtà del territorio istituzionali e non, una coscienza collettiva condivisa di contrasto alla violenza. Attualmente l’Associazione è operativa anche all'interno di un protocollo siglato a giugno 2023 tra la Società della Salute Pisana, l’Ufficio distrettuale esecuzione penale esterna di Pisa e altre realtà del territorio con l'obiettivo di promuovere azioni sulla giustizia riparativa e sensibilizzare la comunità sulla tematica della violenza e la gestione costruttiva dei conflitti.  

M.B.