Nuove corse ed orari di Autolinee Toscane, ecco cosa cambia per Calci

Al via l'8 gennaio

L'assemblea riunita a Calci

L'assemblea riunita a Calci

Calci (Pisa), 5 gennaio 2024 - A partire dall'8 Gennaio, come reso noto da Autolinee Toscane, verrà rivoluzionato il sistema del trasporto pubblico su gomma in provincia di Pisa, con numerose modifiche sia alle linee sia alle frequenze orarie, che verranno incrementate. Le novità che interessano Calci sono state illustrate giovedì 4 in un'assemblea pubblica che, fortemente voluta dall'amministrazione comunale al fine di informare dettagliatamente e per tempo la cittadinanza, è stata molto partecipata. "L'attivazione del nuovo servizio - commenta l'assessore alla mobilità, Stefano Tordella - è certamente una buona notizia per il nostro territorio. Cambia radicalmente l'impostazione del servizio stesso, con il collegamento con Pisa tramite la linea 120 che vede aumentare del 50% le corse. In più il nuovo collegamento con Navacchio consentirà un maggior interscambio con la linea 190 Pisa-Cascina e la possibilta di raggiungere l'area commerciale di Navacchio. Una modifica attesa più di 10 anni, per effetto delle tempistiche della gara regionale e che purtroppo adesso viene introdotta senza ci sia stato il tempo per dare adeguata e necessaria informazione ai cittadini. Per questo abbiamo promosso l'assemblea pubblica e faremo tutto quanto è nelle nostre possibilità per assicurare un'adeguata informazione e un monitoraggio del serviizo reso da Autolinee Toscane, chiedendo di apportare, all'interno dei paletti imposti dalla gara regionale, se necessarie, modifiche e migliorie". La prima grande novità per la Valgraziosa è l'introduzione della linea 161 con destinazione l'area commerciale di Navacchio. Questa linea prevede partenze ogni ora da Montemagno e Tre Colli con possibilità di interscambio sia a Calci, con la linea 120 per Pisa, sia lungo la Tosco-Romagnola con la linea 190, sempre per Pisa oppure per Cascina e Pontedera. Stessa frequenza oraria e possibilità di interscambio sono previste per le corse di ritorno, dall'area commerciale di Navacchio alle frazioni alte di Calci, Montemagno e Tre Colli. Altra importante novità è che la linea 120 per Pisa sarà molto più frequente, con partenze ogni circa 45 minuti da piazzale Catanti. Per quel che riguarda i giorni feriali le corse passeranno da 13 a 19 a/r, mentre la domenica saranno disponibili ben 3 corse a/r contro l'unica corsa attuale. Infine, Autolinee Toscane ha assicurato che le corse scolastiche non subiranno variazioni, comprese quelle con partenza da Tre Colli alle 6,50 ed alle 8,15. Le rassicurazioni sono giunte al Comune di Calci anche a seguito delle perplessità emerse durante l'assemblea pubblica e dalla ferma presa di posizione espressa dall'amministrazione in tale sede. La linea 160 per Pisa via Zambra e Navacchio, dunque, a partire dall'8 Gennaio sarà ridimensionata alle sole corse scolastiche. Per avere informazioni dettagliate sulle linee e sugli orari in vigore da lunedì 8, si raccomanda di consultare il sito di Autolinee Toscane, in particolare la pagina [link], e la app “at bus”, nonché il sito del Comune di Calci. “Anche a seguito del partecipatissimo incontro pubblico svolto a Calci – commenta il sindaco, Massimiliano Ghimenti - sollecitiamo Autolinee Toscane a mettere a disposizione quanto prima dell’utenza i nuovi orari completi, anche con l'apposizione alle fermate, ritenendo indispensabile che la comunicazione debba andare ben oltre i canali online. A parte questo aspetto delle tempistiche ristrette di attivazione, che avevamo formalmente chiesto, inascoltati, di procrastinare per dare più tempo all'utenza, invece in linea generale ci aspettiamo buone ricadute anche in termini turistici, grazie all'aumento delle corse da e per Calci. Voglio anche sottolineare l'impegno del nostro Comune e dei nostri uffici, avendo con largo anticipo affrontato i lavori di riqualificazione di piazzale Catanti, affinché potesse presentarsi pronto ad accogliere l'interscambio dei bus previsto dalla nuova impostazione del servizio. Inoltre, sebbene fossero altri i deputati a farlo, abbiamo deciso di usare tutti i canali di informazione a nostra disposizione per informare tutti coloro che usano il TPL o che, a fronte del significativo aumento delle corse, potrebbero decidere d'ora in poi di avvalersi del servizio di trasporto pubblico locale".

M.B.