Oggi o domani sul corpo di Martina Di Domenico (nella foto con Bani), la ventottenne originaria di Lucca e abitante da anni a Calcinaia, morta lunedì mattina sull’autostrada A1 tra Calenzano e Barberino del Mugello, sarà effettuata quella che tecnicamente viene chiamata "constatazione esterna". Non ci sarà autopsia. Questo è stato disposto dal pubblico ministero della Procura di Firenze che lunedì mattina ha...

Oggi o domani sul corpo di Martina Di Domenico (nella foto con Bani), la ventottenne originaria di Lucca e abitante da anni a Calcinaia, morta lunedì mattina sull’autostrada A1 tra Calenzano e Barberino del Mugello, sarà effettuata quella che tecnicamente viene chiamata "constatazione esterna". Non ci sarà autopsia. Questo è stato disposto dal pubblico ministero della Procura di Firenze che lunedì mattina ha autorizzato la rimozione del cadavere dopo quattro ore dal terribile incidente e dopo aver inviato sul posto un suo perito, e il trasferimento alla medicina legale di Careggi. La data del funerale di Martina non è stata ancora stabilita.

Il suo fidanzato, il trentenne Luca Bani originario di Buti, è indagato come atto dovuto per omicidio stradale. I rilievi sull’incidente e le indagini sono condotti dalla polizia stradale della sottosezione di Firenze Nord. Secondo quanto emerso e confermato nuovamente ieri, a oltre ventiquattr’ore dal terribile schianto, Luca e Martina erano in sella alla moto guidata dall’uomo che avrebbe perso il controllo del veicolo che si trovava sulla corsia di sorpasso. La ventottenne è caduta sbalzata verso destra, sulla corsia di marcia della A1, proprio mentre sopraggiungevano un camion e un’auto. Martina sarebbe morta sul colpo a causa delle ferite riportate nell’impatto con il camion. Luca, dopo essere stato soccorso e trasportato con l’eliambulanza Pegaso al pronto soccorso dell’ospedale di Careggi, è stato medicato e dimesso nel pomeriggio di lunedì. Il trentenne è sotto choc. I due erano fidanzati da dodici anni e convivevano a Calcinaia.

Lunedì era il loro primo giorno di vacanza. In moto erano diretti in Austria, a Innsbruck. La tragedia ha sconvolto l’intera provincia e Pisa, dove i due erano molto apprezzati e conosciuti anche per la partecipazione di lui al Gioco del Ponte a Pisa. Martina Di Domenico era nata nel marzo 1992, originaria di Lucca, viveva da tempo in Valdera dove aveva iniziato a lavorare come grafica per un’azienda di comunicazione e marketing di Calcinaia. Aveva frequentato l’Itis Marconi di Pontedera e l’Università di Pisa.