Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

I bambini della "Collodi" al Royal Halloway college di Londra

Una vacanza studio in stile Harry Potter per i bambini delle quinte elementari

Ultimo aggiornamento il 4 luglio 2016 alle 16:22
Il Royal Holloway College di Londra

Pisa 4 luglio 2016. Un gruppo di 25 bambini delle classi V A, V B, V C della scuola primaria "Carlo Collodi" di Pisa ha intrapreso una gita con destinazione Inghilterra accompagnate dalle maestre, Maria Tundo, Laura Orlandi,  Donatella Listi e Amalia Covassini. Tutti loro si sono recati a Londra con tanto di soggiorno al  "Royal Holloway College", un campus universitario situato a 40 chilometri circa dalla città.

“Il Royal Holloway College è stupendo - racconta la maestra Maria Tundo -, inserito in un vero e proprio campus universitario, il tutto immerso nel verde dei boschi inglesi, dove è facile incontrare scoiattoli e altri animali del bosco. I bambini hanno potuto sperimentare una vera e propria vacanza-studio nel college, con tanto di lezioni di lingua, possibilità di fare attività sportive nel campus, visioni di film in lingua, visite a Egham, a Windsor, a Londra. E alla fine i ragazzi hanno ricevuto anche attestato di frequenza del College con le competenze acquisite”.

“L’idea è nata dalla precedente gita che abbiamo fatto l’anno scorso - continua l'insegnante -, nell'ambito del Progetto "Dalla cosca al cuore", io e le mie colleghe con un gruppo di bimbi delle classi IV A/B/C a Palermo dove abbiamo incontrato Rita Borsellino. Dopo l'incontro, eravamo entusiaste per l'interesse e la maturità dimostrati dai nostri alunni nel porre domande e chiedere spiegazioni alla nostra ospite, così abbiamo pensato di replicare l’esperienza, con una gita ancora più avventurosa, all’estero, grazie anche alla collaborazione dalle mie colleghe, del nostro preside, Lucio Bontempelli, del personale, in particolare Davide, della segreteria dell'I.C. "L.S. Tongiorgi” e dei genitori”.

 “Il College era bellissimo -spiegano Enrico Gay e Giulia Giannini delle classi V – ci sembrava di essere Harry Potter nel castello di Hogwarts, con tanto di torrette appuntite!”. “E’ stato strano andare all'estero senza genitori – aggiunge David Ever Hadani - ma  comunque mi sono divertito molto”. “Sicuramente la ricorderò come uno dei momenti  più belli e emozionanti di questi cinque anni si scuola elementare” ci racconta Chiara Tavosanis. “Andare in Inghilterra è stata un'esperienza molto bella. Mi ha colpito molto vedere da vicino il Big Ben, il London Eye, Buckingam Palace e il Tower Bridge...Ringrazio le maestre per averci accompagnato in questa stupenda avventura”, così Francesco Boffa e anche gli altri bambini, Lavinia Montanelli, Edoardo Ferrati, Victoria Palmeri, Tommaso Cela, Daniel Ciuti e Sergio Piccioli hanno espresso il proprio entusiasmo per la gita e il ringraziamento alle maestre.

Infine, Giulia del Ry: “Del viaggio che abbiamo fatto in Inghilterra ricorderò molte belle cose. La prima è il volo in aereo: era la prima volta che lo prendevo! Poi il Museo delle cere, la Ruota panoramica e tutto quello che abbiamo visto a Londra. Unica nota storta: la  pioggia!!! “Abbiamo dormito in stanze singole, a dire il vero alcuni di noi hanno dormito in  due in un letto perché avevamo un po' di paura; mangiavamo alla mensa, anche se il cibo italiano è un po' meglio di quello inglese. Abbiamo visitato tanti musei e visto tante parti della città di Londra  ma anche il castello di Windsor! E' stata un'esperienza unica!” conclude Emma Pardini.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.