Sul caso indagano i carabinieri
Sul caso indagano i carabinieri

Montecatini 6 settembre 2019 - Tre finti agenti della polizia municipale, ieri, hanno truffato i residenti di un’abitazione nella zona di Pescia Morta, una frazione della città dei fiori a pochi passi da Chiesina Uzzanese, fingendo di dover fare un controllo dei contatori per qualche strano motivo. La parlantina sciolta e l’aspetto sicuro di sé non hanno fatto sorgere alcun dubbio alle persone che vivono all’interno dell’abitazione I malviventi hanno portato via oggetti preziosi e contanti dall’abitazione in cui hanno colpito. Le vittime, una volta resesi conto della situazione, hanno sporto denuncia ai carabinieri. 

Non è questo il primo caso di truffa legata al servizio idrico avvenuta negli ultimi giorni. «Buongiorno, siamo della polizia municipale. I lavori per la realizzazione della nuova Esselunga, nella zona della Nievoletta, stanno producendo sostanze pericolose,destinate a finire nell’acquedotto e a spargersi nelle abitazioni attraverso i rubinetti. Consegnateci tutto l’oro e i soldi che avete, se non volete vederli rovinati e inutilizzabili per sempre». Con queste parole, alcuni giorni fa, una banda di truffatori è riuscita a colpire in un’abitazione abitazione, a Montecatini, in via del Gallo.

Nella case prese di mira si sono presentate due persone, con accento del Nord e una pettorina con scritto polizia municipale. I residenti, alcuni dei quali non sono molto anziani, si sono fidati e li hanno fatti entrare. I finti agenti della polizia municipale, dopo essersi presentati, hanno iniziato a dire che i lavori per la realizzazione della nuova Esselunga, in via Machiavelli, nella zona della Nievoletta, stavano producendo un grave inquinamento per gli oggetti preziosi. Così, grazie a una parlantina piuttosto efficace, sono riusciti a farsi consegnare diversi oggetti d’oro e, addirittura, in un’abitazione anche alcune centinaia di euro.