Tridente (Pd):: "Fondi ottenuti, non era facile"

La nuova amministrazione di Pescia ha ottenuto un contributo regionale di 510mila euro per due progetti strategici: messa in sicurezza del Ponte di San Piero e certificato di prevenzione incendi del palazzetto dello sport. Grazie al lavoro di squadra tra amministrazione, uffici e Regione, si spera in un rilancio della città.

Tridente (Pd):: "Fondi ottenuti, non era facile"
Tridente (Pd):: "Fondi ottenuti, non era facile"

Il segretario del Pd pesciatino Luca Tridente si dice soddisfatto dopo l’approvazione della legge regionale di bilancio che prevede contributi per 510mila euro in favore del comune di Pescia, stante "la situazione straordinaria del bilancio che la nuova amministrazione ha trovato una volta che si è insediata alcuni mesi fa. Non possiamo che ringraziare il consigliere regionale Marco Niccolai – continua Tridente – che ha seguito in prima persona tutto l’iter della legge e il presidente della Regione Eugenio Giani per essere, ancora una volta, venuto incontro alle esigenze del nostro territorio, vista la catastrofica situazione del bilancio comunale".

"Questo contributo, avuto grazie anche alla serietà della nuova amministrazione di cui facciamo parte – prosegue – contribuirà a due importanti progetti strategici per la nostra città: la messa in sicurezza del Ponte di san Piero per 350mila euro che è fondamentale per consentire l’ampliamento della vetreria che porterà 80 nuovi posti di lavoro in più e l’ottenimento del certificato di prevenzione incendi del palazzetto dello sport per 160mila euro, una struttura importante per il mondo sportivo e le scuole di Pescia e della Valdinievole. Essendosi insediata da poco, non era scontato riuscire a preparare un progetto credibile da sottoporre alla Regione, ma grazie al grande lavoro di squadra tra amministrazione, uffici e Regione riusciamo a ottenere due interventi strategici per Pescia. L’augurio che possiamo farci e fare alla nostra città – conclude Tridente – è che questa amministrazione continui a lavorare in modo serio e credibile per rilanciare una città ferma da troppo tempo sotto tutti i punti di vista, senza tralasciare l’informazione dettagliata di tutte le gravi difficoltà che sono state trovate in questi primi sei mesi di mandato".