Pescia, la radiologia si rinnova con un investimento da 1 milione e 900 mila euro

Dopo la nuova TC e la sostituzione della RMN in arrivo ulteriori potenziamenti. Una struttura all'avanguardia supportata dall'intelligenza artificiale e in crescita

Il dottor Viviani mentre esegue una indagine diagnostica

Il dottor Viviani mentre esegue una indagine diagnostica

Pescia (Pistoia), 3 maggio 2024 - A Pescia la radiologia dell'ospedale si rinnova con un investimento da 1 milione e 900mila euro. E arriva l'intelligenza artificiale. “Nell’ultimo periodo sono apparsi sulla stampa articoli nei quali si sollevavano preoccupazioni per il ridimensionamento dell’attività presso l'ospedale di Pescia. La smentita di tali opinioni si consolida ancor di più portando all’attenzione della cittadinanza gli investimenti in corso d’opera per il servizio di radiologia con la nuova TC appena istallata, la sostituzione della RMN e della radiologia tradizionale entro fine estate ed entro fine anno, grazie ad una donazione, un secondo mammografo digitale di ultima generazione, per lo screening mammografico e la senologia clinica, di cui solo 3 presenti in Italia". I potenziamenti in atto e futuri, in particolare in ambito radiologico, li rendi noti la dottoressa Giuditta Niccolai, direttore sanitario del presidio ospedaliero.

La radiologia è un servizio fondamentale per la funzionalità di un presidio ospedaliero, essendo cardine di tutte le attività presenti e, spesso, snodo decisionale nel percorso del paziente. La Radiologia dell’ospedale della Valdinievole non è solo al servizio del S.S. Cosma e Damiano ma anche dell’Ospedale San Jacopo e degli altri Ospedali dell’Azienda Toscana Centro: vi confluiscono, infatti, esami di preospedalizzazione, della patologia epatica, colon rettale e ginecologica. "L’organizzazione del nostro servizio copre tutta l’attività interna dei setting di degenza e del Pronto Soccorso, svolge molta attività per utenti esterni (ecografie, RX, TC ed anche RM) ed è riferimento, per alcune attività, per Pistoia, Firenze e Lucca. Nel 2023 sono state ben 86.126 le prestazioni erogate - riferisce il dottor Adriano Viviani, direttore della struttura operativa complessa di Diagnostica e Immagini dell’Ospedale – e l’attività è in continuo incremento grazie alla professionalità di tutti i colleghi che fanno parte del servizio e alla performance dei macchinari che, a breve, saranno ulteriormente più performanti e produttivi, grazie anche al supporto dell’intelligenza artificiale. “Inoltre, dal prossimo anno, la nostra Radiologia entrerà nella rete formativa delle Scuole di Specializzazione di Radiologia” . “Il potenziamento del Presidio ospedaliero, oltre ai progetti “in ponte”, prosegue anche grazie all’investimento complessivo di circa 1.900.000 euro per le apparecchiature sanitarie radiologiche – aggiunge la dottoressa Giuditta Niccolai – gli investimenti in sanità provenienti dal Pnrr, supportano infatti la riqualificazione e l'ammodernamento di questo ospedale”. Tutti i numeri della radiologia di Pescia: TC colon 461 eseguite nel 2023; RM addome per patologie di fegato e pancreas (1027 eseguite nel 2023; RM mammella 118 eseguite nel 2023, RM in portatori di impianti cardiovascolari. Inoltre effettua lo studio del pavimento pelvico, convogliando pazienti sia di Pistoia che Lucca. Intensa è anche l’attività per esterni (ecografie, RX, TC ed anche RM) che vede un incremento nelle metodiche ad alto contenuto tecnologico come TC e RM rispetto agli anni precedenti. Nel complesso, nel 2023 sono state eseguite: 11598 ecografie/ecodoppler, 19919 TC (2455 interni, 7030 esterni, 10301 Pronto Soccorso), 4231 RM (547 interni, di cui 140 provenienti dal San Jacopo, 3611 esterni, 32 Pronto Soccorso), 8648 mammografie (2043 esterni, 6705 di screening), 33076 RX (3079 interni, 9590 esterni, 19931 Pronti Soccorso), 315 angiografie e interventistica (56 esterni, 241 interni, 18 Pronto Soccorso), 146 biopsie (3 esterni, 95 interni, 48 di screening).