La Scala Santa di Pescia (foto di Fraefe per Wikimedia)
La Scala Santa di Pescia (foto di Fraefe per Wikimedia)
Ogni anno i volontari wikimediani organizzano in tutto il mondo "Wiki Loves Monuments", il più grande concorso fotografico internazionale per raccogliere scatti di monumenti e siti e valorizzare il patrimonio storico, culturale, architettonico e paesaggistico. Nel 2021 si è giunti alla decima edizione italiana, promossa da...

Ogni anno i volontari wikimediani organizzano in tutto il mondo "Wiki Loves Monuments", il più grande concorso fotografico internazionale per raccogliere scatti di monumenti e siti e valorizzare il patrimonio storico, culturale, architettonico e paesaggistico. Nel 2021 si è giunti alla decima edizione italiana, promossa da Wikimedia Italia.

La premiazione è a più livelli – regionale, nazionale e internazionale – avrà grande visibilità per i vincitori: sia gli autori degli scatti che i beni culturali ritratti. L’organizzatore toscano principale è Alessandro Marchetti, con la coordinatrice Susanna Giaccai.

Proprio la Toscana è protagonista dal 2018 e da allora è sempre stata la prima o seconda regione per partecipazione a livello nazionale. La copertura è aumentata fino a toccare oltre 100 comuni aderenti. Il concorso è terminato lo scorso 30 settembre. A metà ottobre a Montespertoli si terrà la mostra dei vincitori degli scorsi anni.

In Toscana, Pescia ha ottenuto il primato come comune con il maggior numero di foto scattate e caricate – addirittura 173 – su un totale di 1589 immagini regionali, raggiungendo quindi quasi l’11% del totale toscano. Iuri Mazzamuto del sito web promotore sul territorio di Pescia e Uzzano (pescia.iltuopaese. com) farà parte della giuria come negli anni passati. Anche la Fondazione nazionale Carlo Collodi-Pinocchio ha aderito a Wiki Loves Monuments 2021 con il Parco di Pinocchio, Villa e Giardino Garzoni e Museo Butterfly.

Al secondo posto della classifica regionale si trova Piombino con 131 scatti e terza è Lucca con 123. A seguire, Collesalvetti, Dicomano, Palazzuolo sul Senio, Carrara, Massa e Poppi.

Mai