Nocera va da Pinocchio. È il giorno del maestro

L’artista di fama internazionale ospite di un convegno e poi della cerimonia di consegna delle sue opere alla Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

Nocera va da Pinocchio. È il giorno del maestro

Nocera va da Pinocchio. È il giorno del maestro

Appuntamento alle 10 nel salone dell’Osteria del Gambero Rosso di Collodi per il convegno organizzato dalla Fondazione Nazionale Carlo Collodi in occasione della donazione ricevuta da Antonio Nocera, artista di fama internazionale. Alcune delle sue opere migliori da oggi faranno bella mostra di sé allo storico giardino di Villa Garzoni, in una esposizione che verrà inaugurata alle 12.30. A presentare e moderare la riunione pubblica sarà Loredana Lignola, membro del Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione; in programma, le interessanti relazioni di Michele Ainis, scrittore e costituzionalista, di Gennaro Migliore, più volte deputato, rappresentante di Italia Viva e già sottosegretario alla Giustizia dei governi Renzi e Gentiloni, oltre che dello stesso Nocera. Prevista anche la partecipazione di Fausto Gasperini, autore della raccolta di poesie ‘L’avventure de Pinocchio - Poesie su ‘n burattino’ illustrate da Daniela Murru, uscite per i tipi di Infinito Edizioni. A chiudere il convegno il presidente della Fondazione Collodi, Pier Francesco Bernacchi.

Nocera ha un rapporto con Pinocchio che viene da lontano. La sua prima, grande opera incentrata sul burattino di Carlo Collodi è il libro, presentato al Ministero dei Beni culturali nel 2002, “Pinocchio-Storia di un Burattino“. Successivamente, collaborando anche con la Fondazione, ha realizzato la mostra “Pinocchio et la Luna“, ospitata nella sede del Parlamento Europeo dove è stata presentata da Mario Monti e Giorgio Napolitano. Poi, nel 2022, il suo quinto libro d’artista dedicato a Pinocchio è stato offerto in dono a Papa Francesco.

Emanuele Cutsodontis