La sfida Baroncini-Del Rosso. I temi sul tavolo del ballottaggio

In due settimane i candidati pronti ad affrontarsi e a cercare nuove aree di consento sui temi caldi per la città come sicurezza, decoro, terme, turismo, migranti negli alberghi e organici di polizia.

La sfida Baroncini-Del Rosso. I temi sul tavolo del ballottaggio

La sfida Baroncini-Del Rosso. I temi sul tavolo del ballottaggio

L’appuntamento è per il 23 e il 24 giugno. Il ballottaggio per scegliere chi, tra Luca Baroncini e Claudio Del Rosso, guiderà la città nei prossimi cinque anni è molto vicino e i due contendenti, dopo alcune ore di riposo al termine di un estenuante primo turno, scaldano o motori per scendere di nuovo in pista. Sono tre gli argomenti più importanti che potranno convincere gli elettori a votare per l’uno o l’altro. Al primo posto ci sono senza dubbio sicurezza e degrado urbano. Il Comune di Montecatini, durante l’amministrazione di Giuseppe Bellandi, ha deciso di ristrutturare la ex casa di riposo di viale Adua e di trasformarla nella nuova sede del commissariato. I lavori sono stati completati durante l’amministrazione di Baroncini, ma il passaggio a sede di primo dirigente e il conseguente aumento di agenti non è mai arrivato. Dei recenti rInforzi mandati in provincia nemmeno uno è stato destinato a Montecatini. Il ministero degli interni deve fare i conti con i tagli lineari degli anni passati, ma l’investimento fatto dal Comune non è certo una cosa che accade tutti i giorni.

Un’altra azione importante è quella di ridare alla polizia municipale un organico adeguato ai bisogni della città e avviare una serie di controlli delle residenze. Un’altra attività conseguente al potenziamento della polizia municipale è un aumento dei controlli legati al mancato rispetto del decoro urbano. Altro tema scottante su cui i montecatinesi attendono risposte concrete è quello della presenza dei migranti in alberghi, uno dei quali in pieno centro, trasformati in centri di accoglienza straordinaria . È percorribile una soluzione alternativa insieme alla Prefettura? Anche su questo aspetto la nuova amministrazione comunale dovrà offrire una soluzione percorribile agli elettori. Infine la questione legata a turismo e termalismo. Il 16 luglio si chiude la gara per la vendita di tutti i beni strategici delle Terme. Il liquidatore Enrico Terzani e il commissario giudiziale Alessandro Torcini hanno ricordato l’importanza di non creare problemi in questo momento, ma è certo ch la nuova amministrazione dovrà subito seguire la vicenda. Baroncini e Del Rosso, che oggi terrà una conferenza stampa per commentare i risultati e entrare nella campagna elettorale per il ballottaggio, hanno dichiarato più volte di essere favorevoli alla creazione di una Dmo, come richiesto dalle categorie cittadine.

Daniele Bernardini