La proposta di Fanucci. Invito a tutti i candidati: "Confrontiamoci sul mio programma"

L’incontro è in programma al cinema Imperiale sabato mattina alle 9. Intanto si attendono risposte sulla richiesta del riconteggio delle schede. Il 27 per cento di voti ottenuto influenzerà il destino del ballottaggio.

La proposta di Fanucci. Invito a tutti i candidati: "Confrontiamoci sul mio programma"

La proposta di Fanucci. Invito a tutti i candidati: "Confrontiamoci sul mio programma"

MONTECATINI TERME

Un incontro al cinema Imperiale sabato mattina alle 9 per confrontarsi con tutti i candidati a sindaco delle amministrative 2024. L’invito arriva da Edoardo Fanucci, che per appena dieci voti ha visto sfumare il ballottaggio contro Luca Baroncini. La sfida per lo scranno più alto del Consiglio sarà, dunque, tra il sindaco uscente e Claudio Del Rosso. Ieri mattina, in una conferenza stampa lanciata da Fanucci nella propria sede elettorale con Ettore Severi e Massimo Brancoli, gli altri quattro candidati a sindaco sono stati invitati pubblicamente a partecipare al confronto al cinema Imperiale.

"Siamo scesi in campo – hanno detto – in nome di un progetto nel quale crediamo fermamente. Senza simboli di partito. In questa tornata elettorale, se andiamo ad analizzare i risultati, sono proprio i partiti ad aver perso a livello comunale. Hanno vinto le liste civiche e i giovani. Penso ad Andrea Bellettini e a Lorenzo Dall’Olio ma anche ad altri della lista Fratelli d’Italia".

L’obiettivo del confronto di sabato mattina è analizzare i 10 punti programmatici "per dare voce ai duemila e 500 cittadini che hanno scelto le nostre liste perché in questo progetto ci credono davvero". Severi va oltre: "Date le percentuali così risicate, sarebbe il caso di pensare a un governo tecnico. In questo momento mi sento più civico che mai. La priorità è il bene di Montecatini. Dovremmo fare squadra per un obiettivo comune".

Apparentamenti e appoggi? "Nessuno, pensiamo al riconteggio. Abbiamo fatto richiesta formale all’ufficio centrale. Mi ha meravigliato la chiusura a prescindere a tutti gli ex di Bellandi. Ci sono personaggi in gamba, che potrebbero portare un contributo importante".

Le liste "Fanucci sindaco", "Patto per la città" e "Insieme" sono pronte, nel caso l’ufficio centrale dovesse rispondere picche, proseguirebbero in altre sedi. In primis, il Tar.

"La procedura è snella – spiega Brancoli, avvocato di professione – anche se in effetti c’è il rischio che la risposta arrivi dopo l’insediamento del nuovo sindaco e del nuovo consiglio comunale". Alla conferenza erano presenti anche Andrea Bonvicini, Francesca La Loggia, Gianna Rastelli. "E’ stata una corsa fantastica: il 27% di voti, con una coalizione amministrativa che ha dato tutto – ha sottolineato Fanucci -. E’ da lì che vogliamo ripartire, è da lì che vogliamo insistere nel nostro percorso. Chiediamo i riconteggi – ha precisato Fanucci – non perché pensiamo che ci siano stati dei brogli, assolutamente no, magari errori o non omogenee valutazioni. I presidenti di seggio, in buona fede, hanno valutato in modo non univoco casi di voti uguali, assegnando o non assegnando delle preferenze. In questo momento, ci sentiamo ancora in partita per il ballottaggio".

Se potesse tornare indietro, Fanucci si impegnerebbe di più per trovare un accordo con la coalizione di Del Rosso e scendere in campo con un unico candidato? Le percentuali ottenute, dicono che ci sarebbe l’opportunità di chiudere al primo turno. Anche se un conto è parlare di numeri a conti ormai fatti, un altro di preferenze da dare a un nome piuttosto che a un altro. "Non ho rimpianti - risponde Fanucci - ho dato tutto e rifarei tutto. Chi lotta per le cose in cui crede non perde mai".

Giovanna La Porta