Il bus prende fuoco. Gli studenti in fuga

Il bus prende fuoco. Gli studenti in fuga
Il bus prende fuoco. Gli studenti in fuga

La parte posteriore del mezzo completamente distrutta dal fuoco ed un gran lavoro per i Vigili del Fuoco intervenuti sul posto. Questo quanto accaduto ieri mattina, poco dopo le 7.30 a Pescia, in via piazza XX settembre. Per un guasto meccanico, un bus di Autolinee Toscane ha preso fuoco nella sua parte posteriore, in corrispondenza del motore che – su questi mezzi – è posto dietro all’asse posteriore. Il bus, al momento del propagarsi dell’incendio, era fermo e fortunatamente non trasportava nessun passeggero a bordo. Dopo alcuni momenti di apprensione per le fiamme che potevano divampare anche su mezzi e cose vicine, sul posto sono intervenuti prontamente i vigili del fuoco di Pescia che hanno spento le fiamme con gli estintori e messo in sicurezza la zona, evitando il peggiorare della situazione.

Per quanto l’intervento dei pompieri sia stato veloce e risolutivo, le fiamme sprigionatesi dal motore hanno fatto in tempo a danneggiare gravemente non solo il motore ma anche parte della carrozzeria della parte posteriore.

Il bus coinvolto nell’incidente, visti i danni, potrebbe a questo punto essere anche radiato dal servizio. L’anzianità del mezzo e gli ingenti danni subiti, infatti, potrebbe non rendere economica la sua riparazione. Su questo aspetto decideranno i tecnici di Autolinee Toscane nei prossimi giorni. Doveroso un sospiro di sollievo considerando che il bus fosse vuoto al momento dell’incendio: se il rogo fosse divampato con a bordo dei passeggeri, ad esempio gli studenti che in orario mattutino raggiungono col bus le loro scuole, la situazione sarebbe stata molto più tesa.

F.S.