Del Rosso si candida: "Io un sindaco apartitico. La mia squadra è pronta"

L’avvocato: "La città deve interrompere il destino amaro degli ultimi decenni. Dialogo con forze civiche e l’attuale opposizione per un’alleanza compatta".

Del Rosso si candida: "Io un sindaco apartitico. La mia squadra è pronta"

Del Rosso si candida: "Io un sindaco apartitico. La mia squadra è pronta"

Claudio Del Rosso, avvocato conosciuto e di successo della provincia di Pistoia, si candiderà a sindaco di Montecatini con una lista civica alle prossime elezioni amministrative. Stimato come legale in vari settori, soprattutto penalista, nel 2012 difese il comune di Montecatini in un processo a Roma per la strage del Padule di Fucecchio perpetrata dai nazisti il 23 agosto 1944. I civili massacrati furono 180. Al processo vennero condannati tre nazisti. "Il nostro progetto - chiarisce Del Rosso - è apartitico, io stesso non ho tessere". Montecatinese doc, scende in campo con una squadra di gente comune. "Siamo lontani dai personalismi, vogliamo il bene della città che deve interrompere il destino amaro degli ultimi decenni. La lista non è completa, ma siamo a buon punto. Mi sto confrontando con persone che amano Montecatini. Il gruppo non ha connotazioni politiche, sentiamo tutti un dovere morale verso la nostra città. Credo sia assurdo buttare questa partita sull’aspetto politico. A Montecatini ci conosciamo tutti, abbiamo frequentato le stesse scuole e gli stessi locali. È il senso civico che deve spingere verso simili impegni e non i partiti. Non vogliamo più vedere la città nelle condizioni di adesso. Stiamo lavorando al programma. Parlo con le forze civiche e le forze politiche dell’opposizione. Ho già riscontrato uno spazio per poter contare su una alleanza compatta. Mancano otto mesi alle elezioni, lavoreremo con calma, non voglio intervenire di continuo. Ho la mia professione da portare avanti".

Intanto Italia Viva ha chiesto le primarie. "Stimo Edoardo Fanucci, lui e i suoi possono fare la differenza in un progetto di bene comune. Credo fermamente che possiamo lavorare proficuamente. Spero quindi di aprire un dialogo concreto con questo partito che ha una presenza importante nell’attuale consiglio comunale". In squadra con Del Rosso c’è l’ispettore di polizia Guido Ripa, conosciutissimo in città. E poi altri nomi noti. Matteo Finizzola, imprenditore, titolare di una palestra molto frequentata dai montecatinesi, che afferma: "Un progetto, se valido, non ha bisogno di rientrare in una connotazione politica. Partecipo perché criticare senza agire in prima persona non porta a niente". Alberto Mei, commerciante stimato, spiega: "Claudio è la persona giusta che arriva al momento giusto. Montecatini va ricostruita da persone che la amano. Non sarà semplice, ma Del Rosso ha i numeri per farlo". Barbara Brizzi, commercialista, dichiara: "Il nostro intento è dare splendore a Montecatini che tanto ha da offrire ai suoi cittadini e ai turisti"". Marco Silvestri, assicuratore, spiega: "La mia candidatura nasce dal senso civico. Ci siamo confrontati e abbiamo scelto Claudio perché ha come obiettivo solo il bene di Montecatini"". Poi le parole di Simona Musco: "Voglio dare il mio contributo alla collettività. Ho trovato in questo gruppo le mie stesse motivazioni. Siamo spinti da spirito di servizio e lontani da individualismi".

Giovanna La Porta