Una atleta di ginnastica ritmica (Repertorio)
Una atleta di ginnastica ritmica (Repertorio)

Montecatini Terme (Pistoia), 27 febbraio 2021 - Salta anche uno dei pochi appuntamenti turistico-sportivi in programma in questo inizio di 2021. Annunciato con entusiasmo dagli organizzatori, oggi e domani il Palavinci (in un primo momento si era pensato al Palaterme) avrebbe dovuto ospitare la prima prova di qualifica nazionale di ginnastica ritmica "Opes 2021" per atleti dagli 8 ai 18 anni. Fino a ieri mattina la manifestazione pareva destinata a svolgersi regolarmente. Poi la conferma ufficiale dell’istituzione della zona rossa in tutta la provincia – preannunciata già giovedì sera – ha portato all’annullamento della data. Si spera possa essere spostata a tempi più propizi. Peraltro già un altro evento montecatinese dello stesso sport era saltato nel corso dell’anno passato.

«L’appuntamento è importante – si legge sul sito web di Opes Italia, acronimo di Organizzazione per l’educazione allo sport – per le atlete della ritmica. Dopo l’evento di Anagni, il circuito del settore diretto dal responsabile nazionale Luciano Gambardella si sposta a Montecatini, che la scorsa stagione avrebbe dovuto ospitare il main event nazionale del 2020".

«Non bisogna dimenticare – commentavano gli organizzatori – che per molte ginnaste questa prova rappresenterà il primo piccolo passo verso un ritorno alla normalità. Il coronavirus ha stravolto la vita e le abitudini di tutti. Ora è giunto il momento per le giovani atlete di recuperare il tempo perso e soprattutto di mostrare in pedana le loro qualità e le loro abilità". Invece tante speranze sono state ancora una volta così profondamente deluse.

Al Palavinci doveva andare in scena una festa dello sport con la partecipazione delle società Il Cristallo Carmignano, Ginnastica Ponsacco, Sportingalleno, Tigullio Sport Team, Montecarlo, Ferrucci Libertas Pistoia, Corallo Montemurlo, Grifone Grosseto, Happy Sport Mivida e Aequilibrium Piombino. "Tutte le associazioni e le società sportive dilettantistiche iscritte – concludeva Opes – sono già state informate sui rigidi protocolli che saranno attuati al Palavinci di Montecatini". Ma non è bastato.

Nell’approvare la concessione dell’impianto sportivo, il Comune aveva sottolineato che "è interesse dell’amministrazione promuovere proposte di collaborazione o partnership nei confronti di organismi del mondo sportivo nazionale e internazionale, con particolare riferimento a Coni, enti di promozione, federazioni sportive e discipline associate, in grado di sviluppare e promuovere strategie di turismo sportivo". Sarà per un’altra volta.

Marco A. Innocenti