Tragedia sfiorata nella tarda serata del 1° dicembre sulla montagna pistoiese. Un anziano del posto, ultraottantenne, nel pomeriggio si era recato ad acquistare un pick up usato in località Femminamorta, nel comune di Marliana, facendosi accompagnare dal proprio nipote. Una volta completato l’acquisto, i due si erano messi alla guida delle rispettive auto, percorrendo la SP 38 che conduce da Femminamorta a Calamecca, ma a un certo punto il nipote non aveva più visto nello...

Tragedia sfiorata nella tarda serata del 1° dicembre sulla montagna pistoiese. Un anziano del posto, ultraottantenne, nel pomeriggio si era recato ad acquistare un pick up usato in località Femminamorta, nel comune di Marliana, facendosi accompagnare dal proprio nipote. Una volta completato l’acquisto, i due si erano messi alla guida delle rispettive auto, percorrendo la SP 38 che conduce da Femminamorta a Calamecca, ma a un certo punto il nipote non aveva più visto nello specchietto retrovisore i fari dell’auto dello zio che lo seguiva.

Insospettitosi, si era quindi fermato sul ciglio della strada ad attendere l’arrivo del parente, ma non vedendolo poi arrivare aveva deciso di tornare indietro, non notando però nulla di anomalo lungo la Provinciale: lo zio era come scomparso.

A quel punto, preoccupato anche a causa delle avverse condizioni meteorologiche (sul posto era in atto un violento temporale), il ragazzo aveva deciso di allertare, tramite 112, i carabinieri. Sul posto è giunta una pattuglia della stazione carabinieri di Marliana e una di San Marcello-Piteglio, nonché i vigili del fuoco di Pescia, il Soccorso Alpino della guardia di finanza di Abetone e del Sast e l’ambulanza del 118. I militari e i soccorritori hanno ripercorso più volte il tratto stradale interessato al fatto, azionando le sirene e i dispositivi lampeggianti per richiamare l’attenzione dell’84enne. Ma questo pareva scomparso nel nulla; anche il suo cellulare squillava inutilmente.

Grazie anche alle indicazioni del nipote, che riferiva di aver perso l’auto condotta dallo zio in prossimità del centro abitato di Calamecca, i soccorritori deciso di percorrere quel tratto di strada a piedi sotto il violento temporale e nella nebbia, setacciando i vari fossati a margine della strada con le torce a mano.

Grazie a tale minuziosa attività di ricerca, dopo quattro ore, immerso all’interno della fitta vegetazione, è stato individuato nella scarpata a margine della carreggiata, in un dislivello di circa 8 metri, il pick-up condotto dall’84enne, con quest’ultimo intrappolato al suo interno ancora vigile e complessivamente in buono stato di salute. Trasportato all’ospedale San Jacopo di Pistoia con escoriazioni varie e una sospetta frattura alla mandibola, è stato ricoverato al reparto di Ortopedia non in pericolo di vita, mentre il pick-up incidentato sarà recuperato nei prossimi giorni facendo intervenire un mezzo idoneo a sollevarlo.