Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
4 ago 2022

Via libera al ’nuovo’ Cermec Piano da 27 milioni con assunzioni

Sul tavolo tecnico della Regione il progetto elaborato dal raggruppamento Cube-Cga-Mascitti . L’impianto sarà rivoluzionato: due cicli produttivi per compost di qualità. Stop ai rifiuti indifferenziati

4 ago 2022
francesco scolaro
Cronaca

di Francesco Scolaro Da ieri il progetto di rimessa a nuovo dell’impianto del Cermec in ottica di economia circolare ha iniziato il percorso di valutazione di assoggettabilità alla Valutazione di impatto ambientale. I documenti sono sul tavolo tecnico della Regione e ci sono 30 giorni a disposizione di enti competenti e cittadini per presentare pareri e osservazioni. Non siamo più alla fase delle idee e degli indirizzi a grandi linee: quello depositato in Regione è il progetto definitivo elaborato per conto di Cermec dal raggruppamento Cube-Cga-Mascitti che aveva vinto la gara d’appalto da 430mila euro nell’estate scorsa, come confermato dalla recente sentenza del Tar di Firenze che ha respinto il ricorso della seconda classificata. Una gran mole di documenti tecnici, specifici in gran parte, che mettono in fila tutte le operazioni previste per il potenziamento dell’impianto che sarà da realizzare in circa 4 fasi e una spesa complessiva di investimenti che si aggira attorno ai 27 milioni di euro. In sintesi, il nuovo Cermec avrà due cicli produttivi: uno per il trattamento di digestione anaerobica della Forsu, ossia frazione organica del rifiuto solido urbano, con produzione di compost di qualità e biometano, uno per il compostaggio aerobico dei fanghi con produzione di compost di qualità con ammendante (Acf). La piattaforma smetterà di avere il trattamento meccanico biologico dell’indifferenziata per passare a utilizzare 60mila tonnellate all’anno di Forsu, 14.250 tonnellate all’anno di fanghi e 37mila tonnellate all’anno di verde, di cui 30mila destinate alla miscelazione del digestato in uscita dalla sezione di digestione anaerobica e 7mila miscelati con i fanghi essiccati. La produzione prevista è di 10.746 tonellate di biogas, 24.205 di compost, poi ci saranno 10.746 tonnellate di scarti da vagliatura iniziale, 353 tonnellate dalla raffinazione e 43.810 di cali di processo. Il pretrattamento della Forsu deve essere impostato in maniera tale ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?