"Una manovra necessaria". Riorganizzazione dovuta

La sindaca Arrighi replica al consigliere dei 5 stelle Martinelli sui cambi e gli avvicendamenti negli uffici comunali. "La sua una memoria corta".

"Una manovra necessaria". Riorganizzazione dovuta
"Una manovra necessaria". Riorganizzazione dovuta

"Gestione delle partecipate e riorganizzazione interna del Comune: da Martinelli attacchi sconclusionati che dimostrano solo come il consigliere abbia la memoria molto corta". Unrimpallodi accuse fra l’amministrazione el’opposizione sulla gestione della macchinacomunale. Al consigliere dei 5 stelle Matteo Martinelli replica la sindaca Serena Arrighi.

"L’ex assessore a tutto – scrive Arrighi – accusa addirittura questa amministrazione di ‘fare proclami’, dimenticando evidentemente di quando lui annunciava in pompa magna di ‘aver evitato il dissesto comunale’ regalando 12 milioni alla Paradiso spa o ancora di quando aveva avviato la casa di riposo verso la privatizzazione introducendo con i contratti Uneba evidenti disparità contrattuali per non parlare poi delle scelte che hanno messo in ginocchio Imm-Carrarafiere o della sciagurata gestione del servizio di igiene urbana di Nausicaa".

"In questo anno e mezzo abbiamo iniziato a gettare le basi della Carrara che vogliamo e per farlo abbiamo anche dovuto raddrizzare tante storture che abbiamo ereditato e lo abbiamo fatto, a differenza di chi ha passato cinque anni a dare immancabilmente le colpe ‘a quelli di prima’, con onestà intellettuale: senza cercare scuse, senza urlare e, quando era giusto, riconoscendo anche i meriti a chi ci ha preceduto. Mi rendo conto che questo possa essere destabilizzante per chi ha costruito la propria fortuna politica solo sull’attaccare e promettere rivoluzioni, ma questo è il nostro modo di lavorare e ci ha permesso in questi mesi di riempire e dare sostanza alle tante cartelline vuote che abbiamo trovato o ancora di garantire un futuro sicuramente più roseo alle nostre partecipate. Operazioni queste che abbiamo sempre fatto con la massima trasparenza, come abbiamo già avuto modo di rispondere carte alla mano in più occasioni. Quanto poi alla riorganizzazione interna questa è legata a un’ottimizzazione del lavoro e credo sia fisiologica quando c’è un cambio di amministrazione, d’altronde anche quando Martinelli era vicesindaco – conclude il comunicato di Arrighi – si sono succeduti tre segretari generali, ma anche questo il consigliere ora sembra esserselo dimenticato".