poste svaligiate
poste svaligiate

Massa Carrara, 28 febbraio 2021 - Sono dei professionisti, i malviventi che nella notte di venerdì hanno svuotato la cassaforte dell’ufficio postale di Caniparola, a due passi dall’Aurelia. I carabinieri stanno scandagliando ogni pista utile per cercare di risalire ai responsabili della spaccata. Un piano studiato nei minimi particolari dai ladri che probabilmente hanno fatto più sopralluoghi per decidere come penetrare nella struttura che non serve solo gli utenti di Fosdinovo, ma i molti clienti della Val di Magra che vengono a fare spesa nel centro commerciale di fronte alla filiale derubata.

I ladri, intorno a mezzanotte e mezza, hanno tagliato tutti i fili telefonici della zona. E l’orario è stato stabilito in base ai racconti degli abitanti che indicano in quell’ora la sparizione di linea telefonica e WiFi. Poi i “soliti ignoti“ sono entrati in un fondo commerciale sfitto (prima era un negozio di estetista), forzando con facilità la porta in metallo. Una volta dentro hanno fatto un grosso foro in un angolo del muro divisorio con l’ufficio postale.

Poi, penetrati anche in questo locale, hanno aperto, presumibilmente con una lancia termica, il caveau. A quel punto hanno fatto un repulisti: si presuppone un bel malloppo visto che i banditi hanno scelto il giorno 27, la data in cui vengono pagate pensioni e stipendi. I malviventi hanno pure mascherato il foro praticato nella parete da cui sono entrati appoggiandovi contro un vecchio sofà e le poltrone rimaste nel negozio.