Lo smart working può aumentare il benessere e la produttività. Se poi la sede è Pontremoli, senza rivali per la ricchezza dei suoi palazzi, l’aristocrazia delle sue piazze, il lavoro agile trova l’ambiente ideale per svilupparsi. A lanciare il progetto è l’Associazione di turismo responsabile Farfalle in Cammino che giovedì dalle 18.30 nella sala dei Sindaci del palazzo comunale presenterà l’iniziativa. "Pontremoli è un’alchimia perfetta: vicina a città importanti, al mare e ai...

Lo smart working può aumentare il benessere e la produttività. Se poi la sede è Pontremoli, senza rivali per la ricchezza dei suoi palazzi, l’aristocrazia delle sue piazze, il lavoro agile trova l’ambiente ideale per svilupparsi. A lanciare il progetto è l’Associazione di turismo responsabile Farfalle in Cammino che giovedì dalle 18.30 nella sala dei Sindaci del palazzo comunale presenterà l’iniziativa. "Pontremoli è un’alchimia perfetta: vicina a città importanti, al mare e ai monti, può vantare la presenza di tutti i servizi che servono, un’ottima qualità della vita e un senso di comunità unico e travolgente. Per questo invitano chiunque a incominciare a lavorare...da Pontremoli!". Nello stesso tempo impiegato per andare da Monza a Milano, da Pontremoli si possono raggiungere 8 capoluoghi di provincia, passare dal mare della Versilia, alle 5 Terre, agli impianti sciistici dell’Appennino Tosco-Emiliano, fino alle Alpi Apuane. Milano è a sole due ore di auto. In più, a Pontremoli ci sono un’infinità di servizi: dalla fibra, a molti esercizi commerciali, bar e ristoranti, scuole, associazioni di volontariato, oltre a stazione e autostrada. Uno dei segreti dell’antico borgo pontremolese è la familiarità: tutti si conoscono e quindi si respira il profumo della comunità. "E il senso di comunità è così radicato che chiunque stia valutando di trasferirsi a Pontremoli per lavorare in smart-working se lo vorrà, sarà ospite (gratuitamente) per un giorno intero, così da scoprire questo posto meraviglioso". Sono già in tanti ad essersi trasferiti all’ombra del Campanone. Come Paola: "Tre anni fa portavo a Pontremoli le mie gatte e la mia vita. Il mio modo di viverla e le mie priorità sono cambiati per sempre, grazie a tutti i pontremolesi che mi hanno accolta, sfamata e dissetata". Una città senza stress, per Ermes: "Altro che smart-working, qui si fa lo smile-working e puoi rilassarti con gli amici e goderti un aperitivo bianco-oro". C’è anche chi dispensa consigli come Alberto: "Scegliete un posto in base alla vista che si ha dalle sue finestre: se quello che vedete vi fa venire voglia di uscire di casa, quello è il posto giusto. Dopo più di 12 anni a Pontremoli, la finestra del mio studio mi fa ancora lo stesso effetto". Poi occorre considerare anche il lato enogastronomico della vita. Come Andrea:" Ogni lavoro necessita di accurati test, ma se dopo puoi aggiungerci un testarolo... è tutta un’altra cosa".

N.B.