ALFREDO MARCHETTI
Cronaca

"Perché mi guardi male?". Aggrediti, tre ragazzi all’ospedale. Uno perde la vista da un occhio

Cinque under 30 avrebbero assalito alcuni coetanei davanti a un locale in via Pascoli a Massa in piena notte

Rissa tra giovani (foto di repertorio)
Rissa tra giovani (foto di repertorio)

Massa, 22 settembre 2023 - Un’aggressione in piena regola, finita con un ragazzo che non vede più dall’occhio sinistro. Il motivo? Averli guardati male. Una brutta storia arrivata davanti alla giudice delle indagini preliminari Marta Baldasseroni che sarebbe avvenuta la notte del 5 novembre 2021 in via Pascoli, davanti a un locale, in pieno centro città. I cinque ragazzi, tutti under 30, accusati di lesioni gravi, tramite i loro legali Dino Del Giudice, Paolo Bertoncini, Enzo Frediani, Ilaria Bellè, Chiara Lorenzelli, hanno fatto richiesta del rito abbreviato. Per le parti civili la legale è Claudia Volpi.

L’aggressione sarebbe partita per futuli motivi: secondo il racconto delle presunte vittime, due ragazzi e una ragazza, 7 coetanei si sarebbero avvicinati a loro con fare minaccioso davanti a un locale in via Pascoli perché uno di loro avrebbe guardato in malo modo i presunti aggressori. Ne sarebbe nato un parapiglia e a farne le spese sono stati i tre ragazzi: uno di loro ha rimediato un trauma cranico con frattura composta del pavimento orbita sinistra vasta ed ecchimosi orbitaria, una lesione che comporterebbe un periodo di malattia superiore ai 40 giorni e l’indebolimento permanente del senso della vista. Questo perché il giovane sarebbe stato colpito con un’arma impropria, ovvero un casco integrale da motociclista.

La ragazza sarebbe stata colpita anche lei al viso e avrebbe riportato una ferita all’arcata destra con un periodo di malattia di 14 giorni e l’ultimo ragazzo un trauma cranico facciale non commotivo guaribile in 20 giorni. A finire davanti al gup sono stati 5 dei 7 ragazzi presenti quella sera, perché per 2 non è stato possibile risalire alle generalità. Secondo il racconto delle presunte vittime uno degli aggressori avrebbe brandito una sedia e minacciato uno di loro, poi avrebbe lanciato una lattina analcolica sul viso di uno dei ragazzi. Non contento si sarebbe scagliato su un altro e l’avrebbe afferrato per i capelli facendolo rovinare a terra per poi prenderlo a pugni alla mascella destra. Questo mentre un altro stava colpendo con pugni uno delle presunte vittime. Si attende ora la decisione della gup sulla richiesta dell’abbreviato.