Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
6 ago 2022
6 ago 2022

Parco Ronchi, gestione nel mirino Botta e risposta tra Nardi e Fdi

L’accusa: "In due anni solo l’irrigazione e qualche gioco". La replica: "Mancanza . di conoscenza dei fatti"

6 ago 2022
L’onorevole del Pd Martina Nardi
L’onorevole del Pd Martina Nardi
L’onorevole del Pd Martina Nardi
L’onorevole del Pd Martina Nardi
L’onorevole del Pd Martina Nardi
L’onorevole del Pd Martina Nardi

L’estate torrida della costa apuana rende rovente anche la campagna elettorale, che dopo il castello Malaspina ora sposta l’attenzione su un’altra zona oggetto di polemiche. Dalla Rocca ci spostiamo sul lungomare e in particolare in piazza Calamandrei e al parco di Ronchi, dove la partita è aperta fra la deputata Martina Nardi e il coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia, che in amministrazione esprime d’altronde l’assessore ai lavori pubblici Marco Guidi. Ora, che la piazza e il parco non se la passino benissimo da alcuni anni è abbastanza evidente, come hanno evidenziato residenti, turisti e commercianti con le varie proteste già prima dell’inizio della bella stagione. E qui l’onorevole affonda la stoccata chiamando in causa il sindaco Francesco Persiani, quasi fosse una sfida a singolar tenzone fra due possibili candidati per le prossime elezioni politiche. "Da circa due anni l’amministrazione non riesce a trovare un soggetto a cui affidare la gestione e la manutenzione di piazza Calamandrei – dice Nardi – e ora, a stagione già iniziata, l’unica cosa che hanno saputo fare è di riattivare l’impianto di irrigazione e mettere pochi giochini, davvero poca cosa per Ronchi. Per quel parco e la piazza fino a pochi mesi fa dovevano essere utilizzati 150mila euro per riqualificare la zona. Che fine hanno fatto i soldi? Possibile che ad agosto il Comune sia stato costretto a chiedere al Ccn di occuparsi di pulizia e del taglio dell’erba per garantire che le iniziative previste si svolgano in un ambiente dignitoso?".

Immediata la replica di FdI: "Quello che lascia stupefatti è la totale mancanza di conoscenza sul piano amministrativo del bilancio comunale e di come si sviluppa un Piano delle opere. Abbiamo ripristinato la storica fontana, senza contare che la piazza è stata dotata di sistema di video sorveglianza, i giochi sono stati sostituiti, e ora la pavimentazione è idonea per i bambini. Poi ci sono la stazione di bike sharing e la nuova targa toponomastica in marmo, quest’ultima dedicata al grande calciatore Paolo Rossi". E sulla pulizia FdI aggiunge: "Il verde viene mantenuto dal Comune, lo svuotamento dei cestini spetta ad Asmiu".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?