Massa, 13 aprile 2018 - La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 30 anni di reclusione per Andrea Mazzi, 28 anni, per l'omicidio volontario di Andrea Fruzzetti, 23 anni, e di Enrico Baria, 30, uccisi a coltellate la notte del Natale 2013 durante una rissa in strada, nel centro storico di Massa. Il procuratore generale Pio Machiavello aveva chiesto la condanna all'ergastolo.

Da quanto ricostruito dalle indagini, la rissa scoppiò tra due gruppi di giovani, per gli investigatori due bande da tempo in contrasto. Mazzi è stato accusato di aver colpito con 11 coltellate le due vittime.

Quando fu condannato a 30 anni la sentenza venne accolta da grida come "Vergogna, vergogna" da parte dei parenti dei due ragazzi uccisi che chiedevano l'ergastolo.