Lite ad Avenza, spunta un coltello

Una lite con coltello a Avenza riaccende preoccupazioni sulla sicurezza. Gruppo di stranieri coinvolto in alterco alcolico, fortunatamente senza feriti. Residenti chiedono interventi per garantire tranquillità.

Lite ad Avenza, spunta un coltello

Lite ad Avenza, spunta un coltello

Una lite con tanto di coltello riaccende il problema della sicurezza di Avenza. Stavolta a litigare all’imbrunire un gruppo di stranieri fuori da un locale etnico della centralissima via Toniolo. Urla, il parapiglia e a un certo punto è spuntato un coltello con venti centimetri di lama. Un litigio per futili motivi alimentato dall’alcol che ha coinvolto diversi clienti; poi uno di loro si è diretto verso la sua auto ed è tornato a minacciare gli altri con il coltello. Per fortuna nessun ferito, solo la tenda di un locale tagliata, ma la lite avrebbe potuto degenerare visto gli animi accesi. Sul posto per riportare la calma sono dovuti intervenire una pattuglia dei carabinieri e un’ambulanza, entrambi chiamati dai residenti. Anche se al loro arrivo la persona armata si era già dileguata. Una scena di ordinaria violenza per le strade di Avenza che continua a preoccupare non poco i residenti. Da anni abitanti e commercianti denunciano il timore ad uscire da casa o di subire aggressioni, anche durante il giorno. Sulla sicurezza di Avenza il consiglio comunale ha approvato di recente la mozione del consigliere comunale della Lega Andrea Tosi. Un documento dove si chiede di riportare ad Avenza una sede della polizia municipale così da dare maggiore sicurezza ai cittadini. Mentre da poco un gruppo di amministratori di condominio dell’Anaci ha scritto al Prefetto per poter installare telecamere a spese dei condomini.