Giorgio Armani
Giorgio Armani

Carrara, 8 aprile 2021 - Due eccellenze del Made in Italy unite per creare un nuovo, rivoluzionario progetto. The Italian Sea Group e Giorgio Armani ieri hanno annunciato la progettazione e la realizzazione di un motor yacht all’avanguardia. Sarà un vero e proprio gioiello dei mari, un Admiral da 72 metri che sarà consegnato all’inizio del 2024. "Sono estremamente orgoglioso di questo accordo – commenta il Ceo di The Italian sea group Giovanni Costantino -. Quanto abbiamo fatto rappresenta un’ulteriore conferma del nostro modo di essere e di riuscire a realizzare progetti unici con marchi d’eccellenza del made in Italy che condividono i nostri valori. Armani è sinonimo di eleganza e ricercatezza senza tempo e la sua visione stilistica contribuirà ad accrescere anche la nostra sensibilità stilistica. Il nuovo motor yacht, che coniuga tecnologia ed eccellenza nel design con i tratti distintivi di Armani e con la sua identità profonda ci darà grandi soddisfazioni".

Per il momento sono poche le anticipazioni rilasciate dal cantiere di Marina di Carrara riguardo a come sarà lo yacht realizzato assieme a re Giorgio. Nelle prime immagini che sono state diffuse dall’azienda di viale Colombo lo yacht è color oro e ha tre ponti, ma per saperne qualcosa di più bisognerà ancora attendere qualche tempo. Questa nuova prestigiosa partnership è, in ogni caso, destinata ad aumentare ancora di più il valore dell’ex Nca che da tempo ormai sta vivendo una crescita continua. Un trend testimoniato dai numeri: nel corso del 2020 The Italian sea group ha realizzato ricavi totali per 116,4 milioni di euro in crescita del 16,1% rispetto ai 100,3 milioni del 2019.

Inoltre il cantiere di viale Colombo ha registrato un significativo incremento del portafoglio ordini, sia per la realizzazione di yacht dai 40 metri ai 100 metri, realizzati a marchio Admiral e Tecnomar, sia per le linee di lunghezza inferiore ai 35 metri grazie al connubio con Automobili Lamborghini che hanno dato vita al nuovo modello Tecnomar for Lamborghini 63. Il valore complessivo dei contratti dei lavori in corso su ordinazione a fine 2020 è pari a circa 605 milioni di euro, di cui circa 286 milioni relativi a nuovi contratti firmati. Sono inoltre attualmente in produzione 19 yacht e mega yacht per un arretrato netto di 432 milioni di euro che corrisponde a 3,7 volte i ricavi netti della divisione shipbuilding del 2020. A tutto questo si aggiunga poi l’imminente sbarco in borsadel cantiere che lo scorso febbraio ha ufficialmente presentato la domanda di ammissione a quotazione delle azioni ordinarie sul mercato telematico azionario".