Escursionisti in canoa
Escursionisti in canoa

Massa, 26 agosto 2016 - GOLE SCAVATE tra ripide pareti di roccia, canyon impervi immersi in acque cristalline e cascate ricche di fascino: lo sfondo ambientale è quello degli Stretti di Giaredo, un tuffo spettacolare nella natura selvaggia a due passi da Pontremoli. Il percorso si snoda tra gole di diaspri verdi, rossi e gialli alte anche trenta metri. Con questo materiale furono realizzati in passato altari per le chiese pontremolesi. Le acque limpide del torrente Gordana scendono dai monti di Zeri verso il fiume Magra e nei secoli hanno inciso forre aspre e profonde creando un ambiente incontaminato che da qualche anno è una meta fantastica per escursionisti e canoisti. Un tempo traguardo di pochi appassionati, oggi è paesaggio sempre più gettonato dai turisti grazie alle guide dell’Associazione Farfalle in Cammino che organizza settimanalmente (giovedì e sabato a luglio) emozionanti escursioni a piedi e a nuoto.

COL NASO ALL’INSÙ per ammirare i riflessi sfuggenti del quarzo illuminati da una luce tagliente, i torrentisti vengono travolti da un tripudio di emozioni: non solo i bagliori iridescenti degli strati rocciosi policromi, ma acqua saltante e vegetazione compongono un mosaico stupefacente difficile da dimenticare. La stessa meraviglia che dovette cogliere gli uomini dei menhir, cinquemila anni fa, nel cammino per esplorare il territorio che è rimasto puro e inviolato nel tempo. Cinque le gole che si stringono sul torrente, come un cannocchiale verso il cielo, già visitate nel 1832 dal geografo-naturalista Emanuele Repetti, accompagnato dal professor Luigi Marsili, docente di matematica e fisica al Liceo del Seminario vescovile pontremolese. Gli Stretti di Giaredo (che sono un sito di importanza comunitaria) sono uno spot mozzafiato per un’avventura esclusiva nel sogno di un paesaggio da assaporare fino in fondo.

IL PROGRAMMA delle escursioni delle guide Sigeric prende il via, il giovedì e il sabato, con ritrovo alle 9 al parcheggio del Ponte della Cresa di Pontremoli dove inizierà il trasferimento verso il paese di Cavezzana Gordana, la porta bassa per gli Stretti di Giaredo L’escursione consente il noleggio di muta, caschetto giubbotto salvagente e assicurazione (minimo 5, massimo 8 partecipanti). Il termine è previsto per le 14. Per info e prenotazioni chiamare il 331-8866241 .