L'incontro con Verga
L'incontro con Verga

Carrara, 10 gennaio 2019 - Riflessioni e confronto: successo per gli “Incontri d’autore” di Apuafarma. I primi due ospiti sono stati il giornalista Paolo Ciampi e il professor Massimiliano Verga. Il presidente Luca Cimino: «Il miglioramento dei nostri servizi alla comunità passa anche da questi progetti. La rassegna culturale proseguirà nel 2019».

Sono stati due incontri molto partecipati di riflessione e confronto quelli che si sono svolti a dicembre al club Nautico di Marina. “Incontro d’Autore”, la rassegna culturale organizzata da Apuafarma col patrocinio del Comune ha visto la visto la partecipazione di due autori di primo piano nel panorama nazionale: il giornalista Paolo Ciampi e il professor Massimiliano Verga. Il primo ha presentato il suo libro “L’ambasciatore delle foreste” (edito da Arkadia) in cui, dialogando con gli educatori e appassionati camminatori Davide Dell’Amico e Emiliano Ricciarelli, ha affrontato il tema del benessere psicofisico legato a passione per i “cammini”.

Come ha spiegato l’autore, «camminare non è un semplice esercizio fisico, ma qualcosa di più profondo, di introspettivo, come se l’addentrarsi nei boschi e intraprendere piacevoli passeggiate, corrisponda a un cammino interiore e meditativo». Col secondo incontro, invece, il tema è stato quello della disabilità. Il protagonista è stato Massimiliano Verga (in foto con Cimino), docente di sociologia all’università Bicocca di Milano e autore dei libri “Zigulì” e “Un gettone di libertà” (editi da Mondadori) e padre di un ragazzo disabile.

Anche in questo caso, l’evento è stato molto partecipato e seguito con grande interesse. Verga, nel corso dell’incontro è riuscito a rendere partecipi, con uno stile diretto senza giri di parole, delle difficoltà, delle gioie e dei dolori che quotidianamente attraversano inesorabili il suo animo di padre. «La rassegna culturale – ha proseguito Cimino – proseguirà nel 2019 anche su altri temi come quello del rispetto ambientale e del rispetto di genere. In relazione a quest’ultimo argomento posso anticipare che stiamo organizzando per l’8 marzo un evento di riflessione legato alla giornata internazionale della donna».