Forum sulle competenze I cavatori raccontano

I giovani i destinatari della manifestazione per la trasmissione delle conoscenze . Toscana promozioni affascinata da Fossacava: un sito da rilanciare.

Forum sulle competenze  I cavatori raccontano
Forum sulle competenze I cavatori raccontano

E’ da poco stata nominata e ha già una gran mole di lavoro davanti. Maura Crudeli, focal point della città creativa Unesco, ha parlato dei numerosi progetti che la attendono per il prossimo autunno e su cui sta lavorando. In fieri il forum del prossimo ottobre che vedrà a confronto i ragazzi della città, per i quali il mondo del marmo e della lavorazione sono spesso del tutto sconosciuti, e i saggi, i conoscitori della materia, siano essi scalpellini o lavoratori.

"Un modo – ha spiegato Maura Crudeli – per trasferire le conoscenze da una generazione all’altra, in modo che non venga disperso quel patrimonio di competenze che i nostri anziani possiedono". Si tratta di due giornate, il 7 e l’8 ottobre che vedranno a confronto giovani e anziani. Le ha fatto eco, nella conviviale del Rotary Carrara e Massa, dove erano state invitate dal presidente Gianvincenzo Passeggia, Maria Grazia Passani, presidente del Club Unesco, la quale ha ricordato l’importanza per i giovani di conoscere i mille risvolti del marmo, della città, delle sue nicchie meravigliose. "La lavorazione del marmo fa parte del nostro dna – ha spiegato Passani, già docente di greco e latino al liceo classico – ed è bene che come Club Unesco si incentivi il sapere antico e non si disperda la conoscenza dei nostri avi che esiste soltanto a Carrara".

Nel corso del suo intervento Crudeli ha poi ricordato, fra i primi passi da lei svolti nel suo nuovo mandato culturale, della visita dello staff di Toscana promozione che è stato condotto al sito archeologico di Fossacava. "La delegazione – ha spiegato – è rimasta affascinata dalla cava romana e ha deciso di organizzare meglio le visite, rendendo la fruizione più sistematica, che in futuro potranno essere a pagamento con un biglietto che consentirà al sito archeologico di mantenersi e migliorare". Una serata del Rotary all’insegna della cultura in cui gli addetti ai lavori hanno illustrato progetti e iniziative che potranno essere concretizzate nel futuro più vicino nel tentativo di rivitalizzare la città dal languore attuale.