C’era una volta... è stata ancora una grande festa

L'ottava rievocazione storica 'Cera una volta... Albiano 1266' si conclude con una cena e spettacoli coinvolgenti. Successo grazie al lavoro di squadra e al supporto di volontari e sponsor.

C’era una volta... è stata ancora una grande festa

C’era una volta... è stata ancora una grande festa

Una cena, tutti assieme, ha chiuso il sipario dell’ottava rievocazione storica ‘Cera una volta... Albiano 1266’. Le vie dei borghi della grande frazione aullese si sono animate, visitatori di ogni età hanno potuto ammirare gli spettacoli nell’arena e partecipare alle attività proposte dai laboratori didattici. I gruppi storici che si sono esibiti hanno catturato l’attenzione: spettacolari i combattimenti della Compagnia della Spada, affascinanti i voli dei falchi proposti dal Falconiere del Granducato di Toscana, stupore per le capacità acrobatiche degli spettacoli di fuoco e magia della compagnia ‘il Carro delle Illusioni’. Gli allievi della scuola di danza Tap dancing hanno riportato indiretto nel tempo, al 1266, con le loro coreografie e gli arcieri dello Spino Fiorito hanno accolto i partecipanti nel loro accampamento, per un cimento di tiro con arco e frecce. I bambini hanno partecipato entusiasti ai laboratori e ai giochi medievali, conseguendo l’onore di ricevere dai guerrieri le chiavi della fortezza di Albiano.

"La felicità dei bambini – commenta Barbara Ferrari, presidentessa della Proloco ViviAmoAlbiano – è uno dei tanti successi di questo evento, frutto di un fantastico lavoro di squadra. Il ringraziamento più grande va tutti i volontari della Pro Loco ViviAmoAlbiano che hanno lavorato con passione e impegno, a chi ci ha supportato e sopportato, come i cittadini del centro storico e coloro che hanno messo a disposizione i propri spazi privati. Un applauso al comitato della Croce rossa che ci ha sostenuti con il servizio sanitario e la navetta, al Comune di Aulla per il patrocinio e alla Fondazione della Cassa di Risparmio di Carrara per il sostegno, Carabinieri, Polizia Municipale, addetti e operatori comunali. Un grazie, ancora, agli espositori e agli artigiani e ai gruppi storici. E un arrivederci al prossimo anno"

M.L.