Case popolari abbandonate. L’Usb: "Sono oltre cento"

Il sindacato attacca le istituzioni: "Dicono che non ci sono alloggi per tutti. Ma la realtà è ben diversa secondo i dati forniti dagli stessi enti pubblici".

Case popolari abbandonate. L’Usb: "Sono oltre cento"
Case popolari abbandonate. L’Usb: "Sono oltre cento"

Ci sono un centinaio di alloggi popolari abbandonati a loro stessi mentre l’emergenza abitativa continua ad aumentare. La denuncia è firmata dal sindacato Usb di Massa che prende a riferimento i numeri forniti proprio dagli stessi enti pubblici che si devono occupare delle case popolari e di trovare il modo di dare un tetto alle famiglie che si trovano senza dimora. "Dicono – scrive l’Usb Massa – che non hanno case da assegnare, raccontano che la colpa è degli stranieri per prendere voti in campagna elettorale, fanno scaricabarile facendoti sentire colpevole di non riuscire a pagare 700 o 800 euro ogni mese per affitti esorbitanti. Ma la verità è un’altra".

"I dati forniti dagli enti stessi ci raccontano una situazione diversa – continua il sindacato –. A Massa le case popolari per chi è in emergenza abitativa ci sono e sono quasi un centinaio. Un centinaio di abitazioni Erp lasciate a marcire al degrado mentre la gente della nostra città viene sbattuta per strada. Decine di appartamenti che avrebbero bisogno di piccole ristrutturazioni e sarebbero quasi immediatamente abitabili".

La tabella degli alloggi Erp per Massa riporta che sono 1005 i casi in gestione e 104 le case vuote non utilizzate, altre 61 in costruzione fra ex Mattatoio e via Pisacane. Fra le case concesse, 839 sono a cittadini italiani e comunitari mentre solo 58 ad extracomunitari. Poi ce ne sono 4 occupate e ci sono da gestire anche 299 casi di affittuari morosi. Il canone medio pagato dagli occupanti è di 116 euro. L’Usb Massa allega anche un ‘report’ fotografico di alcuni casi che hanno trovato a Massa: appartamenti vuoti in via Martini, così come un altro sarebbe abbandonato da anni al Villaggio Unrra e sempre al villaggio un’altra abbandonata da oltre 2 anni. Un appartamento vuoto anche in via delle Mura Nord e altri 3 in via Pisacane, secondo il sindacato Usb.

"Istituzioni menefreghiste e politiche abitative messe in campo da amministrazioni e governi di centrodestra e centrosinistra hanno ridotto il patrimonio immobiliare pubblico a un colabrodo – conclude l’Usb –. In questi giorni abbiamo fatto una passeggiata per i nostri quartieri e abbiamo voluto segnalare alcune di queste abitazioni che da anni marciscono nel degrado anziché essere un tetto sicuro per bambini, famiglie e persone in emergenza abitativa. È assurdo continuare a dover vedere famiglie sul lastrico quando le case che ci spettano vengono lasciate a topi e sterpaglie".