Il lago di Vagli e il paesino Fabbriche di Careggine (foto Borghesi)
Il lago di Vagli e il paesino Fabbriche di Careggine (foto Borghesi)

Vagli (Lucca), 30 maggio 2015 - L'ultima volta che si è ripetuto l'incanto era il 1994. Da allora, da più di vent'anni, la domanda si è sempre rinnovata, ogni anno, con lo stesso magico interesse di sempre: "Quando sarà la prossima volta che sarà svuotato il lago di Vagli?". La magia, infatti, sta proprio sotto al lago di Vagli, dove vive, sonnecchiando, il paesino Fabbriche di Careggine, sommerso proprio quando fu costruita la diga e uscito dall'apnea l'ultima volta nel 1994. L'attesa ora è finita: "Il prossimo anno finalmente verrà svuotato il Lago di Vagli Sotto - scrive su Facebook il sindaco Mario Puglia -. Oggi (ieri, ndr) con il vice sindaco e l'assessore al bilancio abbiamo avuto un incontro a Roma con alti funzionari. Finalmente, il paesino sommerso sarà riportato alla luce di milioni di visitatori".

La costruzione del paese risale al XIII secolo, sulle rive del fiume Edron, ma dal '46 gli abitanti sono stati trasferiti in un altro paese, che porta il nome di Vagli di sotto. Fu allora che cominciò la costruzione della diga e del lago, usato come riserva di acqua per tutta la zona. Lo svuotamento non ha una ricorrenza precisa, anche se in linea di massima si tratta di una operazione che viene effettuata ogni dieci anni per permettere la manutenzione della diga stessa. Il primo svuotamento si è avuto nel 1958, poi nel 1974, poi nel 1983 e nel 1994. L'ultimo intervento era programmato nel 2004, poi per motivi tecnici e pratici questo appuntamento è saltato. La diga e il lago (che contiene circa 34 milioni di metri cubi di acqua) sono di proprietà di Enel.