Lucca, 3 giugno 2020 - Un funerale sobrio intenso, celebrato stamani nella chiesa di Guamo,  per l'ultimo addio a Amedeo Favilla, il 17enne di Gragnano che è  stato una delle tre vittime del terribile incidente tra due moto avvenuto lunedì  sulla via Pesciatina a Lunata. 'Il tuo cammino Amedeo,se pur breve, non si ferma qui - ha detto il parroco durante le esequie- .Sei come un seme caduto a terra che non sarà  più  seme ma nuova pianta'. Una funzione che si è  svolta all'interno della chiesa per 120 persone, nel rispetto delle norme di sicurezza, con il piazzale esterno stracolmo degli amici di sempre; i compagni di scuola dell'Iti Fermi, impietriti dal dolore, premurosi l'un l'altro nel cercare di offrire consolazione; con mazzi di fiori in mano - rose bianche, girasoli - quasi in attesa di poterli dare a lui, solo a lui, ad Amedeo.

Oggi e domani il polo scolastico Itis Fermi Giorgi si ferma in segno di lutto, decisione presa dalla presidenza e dal consiglio d'istituto e comunicata ieri sera alle famiglie dal preside Massimo Fontanelli.

Col funerale di Adelmo Favilla, celebrato al mattino, si è aperta  la triste giornata degli addii alle tre giovani vittime del tragico incidente. Nel pomeriggio il cimitero di Segromigno in Piano sarà teatro alle 16.30 dell'addio a Marco Lencioni, il 38enne di Zone che viaggiava da solo sulla moto, poi alle 18 vi si celebrerà il funerale di Samuele Leto, anche lui diciasettenne,  di Sgromigno che viaggiava sullo scooter assieme a Adelmo Favilla. Si è scelto - salvo cambiamenti di programma dell'ultim'ora - di far svolgere le funzioni funebri direttamente nel cimitero e non in chiesa per consentire la parfdtecipazione di un maggiro numero di persone.