Riasfaltato l’ingresso in autostrada. Ancora disagi al casello di Capannori

Riaperto ieri alle 22 il casello autostradale dopo che un camion ha sversato olio vegetale in strada

Riasfaltato l’ingresso in autostrada. Ancora disagi al casello di Capannori

Riasfaltato l’ingresso in autostrada. Ancora disagi al casello di Capannori

Ha riaperto ieri sera intorno alle 22 il casello autostradale di Capannori, chiuso in entrata da lunedì, dopo l’incidente di lunedì mattina quando, a seguito del ribaltamento di un camion con un carico di olio vegetale, parte del contenuto della cisterna si è riversato sulla sede stradale. L’accesso alla Firenze-Mare stato è chiuso. Nell’incidente l’autista del camion è rimasto ferito ed è stato trasportato in ospedale in codice giallo. Sul posto sono intervenuti anche il personale del 118, della polizia stradale, i carabinieri, i vigili del fuoco, l’Arpat e il personale di Autostrade e della Provincia. Nella giornata di ieri, martedì, l’azienda incaricata ha lavorato ininterrottamente. Il Comandante della polizia municipale di Capannori, Debora Arrighi, ha spiegato che le difficoltà non sono mancate.

Dopo la fresatura e le operazioni di bonifica, l’asfaltatura è stata abbastanza difficoltosa, nonostante la ditta in questione sia specializzata, per le dimensioni della copertura del nastro di asfalto che, come tutti sanno, in entrata e in uscita dai caselli deve rispondere a determinati parametri, fonoassorbenza, giusto drenaggio e molto altro. E’ stata una lotta contro il tempo, vista al necessità e l’urgenza dell’opera. Per tutte le due giornate di lunedì e di martedì, i mezzi pesanti hanno dovuto raggiungere Altopascio per dirigersi sulla A11. Code fino a quattro chilometri sulla Romana per raggiungere la cittadina del Tau, già ingolfata per proprio conto grazie anche all’effetto della chiusura del passaggio a livello sulla linea ferroviaria Firenze-Viareggio. Qualche conducente dei Tir ha anche provato strade secondarie, con il risultato di intasare vie interne, strette e certamente non adatte al transito dei camion, ad esempio nel centro di Badia Pozzeveri.

Ricordiamo che proprio in piazza Del Porto, al semaforo, poco dopo il passaggio a livello, direzioni Bientinese, viale Europa e quindi zona industriale e autostrada, anni fa furono registrati, nello studio dei flussi di traffico, numeri clamorosi: circa 22 mila veicoli al giorno di media, senza stravolgimenti, come in questo caso, tra auto e mezzi pesanti. Più o meno cifre simili alla superstrada Firenze-Pisa-Livorno. Traffico intenso sulla Provinciale e sulla cittadina del Tau fino a sera. Poi, lentamente, la situazione è ritornata verso la normalità.

Massimo Stefanini