L'uomo si è accanito contro l'auto della polizia
L'uomo si è accanito contro l'auto della polizia

Lucca 14 settembre 2020 - Rapina impropria al supermercato, quindi  resistenza e minacce a pubblico ufficiale e danneggiamento dell’auto della polizia. Attorno alle 19 di ieri gli agenti hanno arrestato un cittadino marocchino, Ben Maarouf Ouahid di 33 anni, per il colpo effettuato all'intrerno del supermercato dell'Arancio.  Gli agenti sono intervenuti su richiesta del responsabile dell’antitaccheggio che aveva sorpreso l'uomo intento ad andarsene con merce non pagata. Il marocchino ha quindi dato in escandescenze, prima colpendo al volto il responsabile della sicurezza e strappandogli la mascherina, poi minacciando gli agenti, costretti, con molta fatica, a stenderlo a terra e ad ammanettarlo. Durante le fasi dell’arresto, tra l’altro, l’uomo è stato visto dare spontaneamente diverse testate per terra allo scopo di procurarsi lesioni. Il comportamento  è proseguito all'interno della volante: con violenti calci ha piegato lo sportello e ha fatto saltare il finestrino blindato costringendo i poliziotti ad immobilizzargli anche le gambe. Anche negli uffici della questura, in presenza dei sanitari chiamati per valutare il suo stato di salute, l’uomo ha continuato a procurarsi lesioni, sia con violente testate al muro, sia strappandosi un ponte dentario con cui si è procurato tagli alle braccia e al collo. Gli agenti hanno accompagnato Quahid in ospedale, dove è stato piantonato per tutta l notte fino al trasferimento in carcere avvenuto in mattinata.