Nuovi blitz dei ladri nella notte. Colpite due attività commerciali

Rubato il fondo cassa di “Stop Pizza“ mentre al bar “Cencio“ forzate due delle quattro slot machines

Nuovi blitz dei ladri nella notte. Colpite due attività commerciali

I carabinieri stanno indagando sui vari episodi accaduti in questi giorni (foto Borghesi)

E’ durata giusto da Natale a Santo Stefano la tregua concessa dai ladri di appartamenti e di attività commerciali in azione lungo il territorio della Valle del Serchio, che nella notte di ieri sono tornati a compiere nuovi furti. Presa di mira ancora l’area di Diecimo, nel comune di Borgo a Mozzano dopo la clamorosa rapina attuata da una malintenzionata armata di un fucile a canne mozze (che sembrerebbe essere una riproduzione o un giocattolo), avvenuta nella giornata dell’antivigilia di Natale ai danni di una parrucchiera del posto, “Sara Hairstylist“, che si trovava all’interno del suo negozio aperto e con tanto di clienti.

In questo nuovo furto, attuato con buona probabilità nella notte di ieri, nel mirino dei ladri è entrato il locale “Stop Pizza“, che ha subìto la manomissione della cassa e il furto del fondo che solitamente resta all’interno del registratore degli incassi per il giorno dopo. A preoccupare sempre più gli abitanti della zona e della Valle, è soprattutto la frequenza con la quale questi atti si ripetono, i luoghi interessati, come anche in questo caso specifico, molto vicini uno all’altro.

Qualcuno ipotizza la presenza di basisti o di controlli effettuati sul posto dagli stessi autori nei giorni precedenti ai reati, ma resta comunque una grande incertezza in merito e tanta paura su questa accelerazione degli episodi. Copione molto simile a quello sopra descritto, si è verificato anche a Fornaci di Barga e sempre nelle prime ore di ieri, quando, si pensa intorno alle 2.30 del mattino, dei ladri sono entrati nella stanza adiacente al Bar “Cencio“, anche tabaccheria e servizio di pasti veloci, dove sono disposte in fila quattro slot machine. Due di queste sono state fatte forzate per prelevarne il contenuto. Le altre due sono rimaste intatte, visto che il suono dell’allarme non ha permesso ai malviventi di proseguire la loro azione e li ha obbligati a fuggire velocemente, per poi dileguarsi con il bottino di spiccioli contenuti al loro interno.

Dalle prime ricostruzioni si conosce la via di entrata nel locale, visto l’infisso devastato nel retro, mentre si ignorano al momento il numero degli esecutori e il reale ammontare del furto. A differenza del vicino Bar “Saisi“ derubato pochi giorni fa di un considerevole numero di stecche di sigarette e di tagliandi di Gratta e Vinci, in questa nuova incursione notturna i ladri si sono concentrati soltanto sulle slot machine. Presenti telecamere di videosorveglianza comunali, con i filmati attualmente al vaglio delle forze dell’ordine: forze dell’ordine che stanno lavorando per arrivare all’identificazione degli autori di effrazioni e furti.

Fiorella Corti - Luca Galeotti