"Io e i comics" . Una passione... “istituzionale“

Massimo Di Grazia intervistato da “Lanciostory“ racconta sessant’anni di incarichi legati al fumetto .

"Io e i comics" . Una passione... “istituzionale“

"Io e i comics" . Una passione... “istituzionale“

Dagli albori del mitico Salone dei Comics ai grandi successi di Lucca Comics & Games. In occasione dei 50 anni della rivista “Lanciostory“, Luca Raffaelli, giornalista di “Repubblica“ e grande esperto di fumetti, in passato lui stesso collaboratore della manifestazione lucchese, intervista Massimo Di Grazia, uno dei pochi lucchesi che, in ruoli diversi, ma sempre comunque di rilievo, ha vissuto tutte le stagioni di Lucca Comics. Pubblicata in quattro puntate ogni sabato nella rubrica “Nuvolette” - la prima è uscita sabato 25 maggio -, è una carrellata attraverso i periodi della manifestazione con un occhio attento e a volte anche indiscreto, su vicende e aneddoti per lo più sconosciuti al grande pubblico.

Vengono inoltre rievocate e messe nella giusta luce le figure degli amministratori lucchesi che hanno guidato il Comune negli anni, da Giovanni Martinelli che, contro il parere dei suoi stessi compagni di partito, volle portare a Lucca i Comics, a Mauro Favilla, David Rovai, Giancarlo Barsotti, Pietro Fazzi, Alessandro Tambellini e Mario Pardini, che proprio da quel mondo proviene. Non mancano considerazioni su Lucca e i lucchesi e sui tanti “misteri” della nostra città. Ne viene fuori una storia intrigante, non solo per gli appassionati di Comics, ma godibilissima anche per chi segue le vicende della nosra città.

Massimo Di Grazia, giornalista pubblicista, dirigente del Comune di Lucca dal 1973 al 1997, fu incaricato nel 1974 dall’allora sindaco Mauro Favilla di seguire per conto dell’amministrazione comunale, l’organizzazione del Salone dei Comics e del cinema di animazione. Nel 1989 fu creato l’Ente Autonomo Max Massimino Garnier con il compito di gestire l’evento e fu nominato direttore organizzativo, assieme a Rinaldo Traini, direttore culturale. Nel 2007, ancora Favilla, tornato sindaco, lo volle prima presidente e poi amministratore delegato nel CDA di Lucca Comics & Games, carica che mantenne fino al 2014. Attualmente fa parte dello staff della comunicazione di Lucca Crea. E’ autore del libro “Lucca Comics Story” e di “Custer e Wild Bill, vite parallele di due miti della frontiera”, saggio storico sull’epopea del Far West.