di Daniele Masseglia Non vedrà la luce entro la fine del 2021 come fu pronosticato due anni fa, ma molto probabilmente in occasione dell’anno scolastico 2023-2024. Quel che conta è che l’iter che porterà alla nascita del nuovo polo scolastico di Tonfano (nella foto il rendering) segna un altro passo avanti dato che entro la fine di quest’anno verrà assegnata la progettazione. Martedì l’amministrazione comunale ha dato gambe alla gara, con l’affidamento che costerà 310mila euro,...

di Daniele Masseglia

Non vedrà la luce entro la fine del 2021 come fu pronosticato due anni fa, ma molto probabilmente in occasione dell’anno scolastico 2023-2024. Quel che conta è che l’iter che porterà alla nascita del nuovo polo scolastico di Tonfano (nella foto il rendering) segna un altro passo avanti dato che entro la fine di quest’anno verrà assegnata la progettazione. Martedì l’amministrazione comunale ha dato gambe alla gara, con l’affidamento che costerà 310mila euro, somma inclusa nei 6 milioni finanziati dalla Regione.

Il tabellino di marcia prevede che i lavori, suddivisi in lotti, partano nel secondo semestre 2021, sicuramente dopo la chiusura delle scuole nel periodo estivo. Moderno, funzionale e forse anche dotato di una palestra per le associazioni sportive locali, com’è nelle intenzioni dell’amministrazione comunale. Saranno queste le caratteristiche di un edificio destinato ad accogliere le già presenti elementari “Bibolotti“ e le medie “Santini“, accorpando anche le elementari “Mancini“ della Quadrellara, per una capienza totale di 400 alunni. I 6 milioni di euro ottenuti grazie al secondo posto in graduatoria saranno erogati dalla Regione solo dopo l’avvenuta presentazione del progetto. "Man mano che si realizzerà il polo – spiega l’assessore ai lavori pubblici Matteo Marcucci – gli alunni verranno spostati nelle altre aree dell’attuale plesso in modo da non interrompere la didattica. La nostra volontà è di realizzare anche una palestra al servizio delle associazioni sportive". Si tratta, in questo caso, di un aspetto che non era presente nel progetto originario, ragion per cui l’eventuale palestra verrà fatta con risorse del Comune o tramite finanziamenti. "I lavori partiranno occhio e croce il prossimo giugno – prosegue l’assessore alla pubblica istruzione Francesca Bresciani – approfittando del fatto che in estate le scuole sono chiuse. Nei mesi estivi verrà realizzato il ’grosso’ dell’intervento, dopo di che valuteremo come suddividere le varie aree del cantiere senza disturbare la didattica. Il polo scolastico accoglierà alunni, insegnanti e personale in una formula più funzionale e moderna. Che ne sarà delle ’Mancini’ della Quadrellara? Avendo fatto interventi importanti da 400mila euro, tra cui l’antincendio e l’antisismica, quel plesso sarà una risorsa ulteriore per il territorio. Potrà funzionare come succursale, centro estivo o altro: lo valuteremo a tempo debito".