I Musei del Sorriso. Arriva per i più piccoli la “Caccia al Gatto“ per avvicinarli all’arte

Progetto ideato dall’artista Masini, già protagonista di una mostra a Coreglia

I Musei del Sorriso. Arriva per i più piccoli la “Caccia al Gatto“ per avvicinarli all’arte

I Musei del Sorriso. Arriva per i più piccoli la “Caccia al Gatto“ per avvicinarli all’arte

In arrivo una nuova iniziativa targata "I Musei del Sorriso", il festival diffuso che coinvolge i Musei del Sistema Museale Territoriale della Provincia di Lucca con spettacoli, mostre, cinema, conferenze e iniziative per ragazzi e famiglie. In questo caso specifico si tratta di un appuntamento all’insegna del divertimento e della scoperta del territorio che si snoderà tra le vie del comune di Coreglia Antelminelli e prevede la ricerca, una vera caccia al tesoro, del simbolo principe del Museo della figurina di gesso e dell’emigrazione presente nel capoluogo, ossia il famoso Gatto. "Trova il Gatto" partirà domani alle 15 dalla sede di Piazza Antelminelli nel centro storico, dove, nella vicina Via della Rocca è presente il Museo della figurina di gesso e dell’emigrazione istituito nel 1975 all’interno del palazzo cinquecentesco appartenuto al barone Carlo Vanni, figurinaio che nel 1883 qui aveva istituito la Scuola di Disegno e Plastica.

Il percorso della speciale Caccia al tesoro è stato ideato dall’artista Gianfalco Masini, che nella scorsa estate è stato protagonista di una mostra personale proprio a Coreglia. Masini ha iniziato l’attività pittorica sullo scorcio degli anni Settanta, partecipando a rassegne e premi in cui riceve sempre lusinghieri consensi. Nel 1975 tiene la prima personale, con opere selezionate alla Galleria Spampanato di Lucca e dirada la sua presenza a estemporanee e contemporanee.

L’iniziativa tende a far conoscere con nuove modalità a un pubblico sempre più ampio la straordinaria e unica collezione Museale che testimonia il fenomeno migratorio del territorio della Valle del Serchio basato, appunto, sulla commercializzazione di statuine di gesso che dal XVIII al XX secolo raggiunse punte elevatissime. La caccia al tesoro a ingresso libero,è particolarmente consigliata per bambini tra gli 8 e i 12 anni, ma chiunque potrà cimentarsi nella ricerca o godersi una passeggiata in compagnia nel centro storico di Coreglia. In caso di maltempo, l’iniziativa sarà rimandata a data da destinarsi. L’eventuale rinvio sarà comunicato attraverso i canali web e social media del Sistema Museale e della Provincia di Lucca.

Fiorella Corti