Forte dei Marmi, 24 ottobre 2020 - Un’altra super villa finisce all’asta. Il bene è incluso nella procedura fallimentare di un imprenditore lombardo e il tribunale di Milano ha fissato la vendita per il 18 dicembre nello studio dell’avvocato Marco Moro Visconti ad una base d’asta ’stellare’: 3 milioni 140mila euro. L’immobile nella centralissima via Sauro 47 è una dimora da mille e una notte costruita a fine anni...

Forte dei Marmi, 24 ottobre 2020 - Un’altra super villa finisce all’asta. Il bene è incluso nella procedura fallimentare di un imprenditore lombardo e il tribunale di Milano ha fissato la vendita per il 18 dicembre nello studio dell’avvocato Marco Moro Visconti ad una base d’asta ’stellare’: 3 milioni 140mila euro. L’immobile nella centralissima via Sauro 47 è una dimora da mille e una notte costruita a fine anni Sessanta.

Misura più di 300 metri quadrati ed è circondata da una parco di 1500, con garage e pertinenze varie. La villa ha una costruzione moderna articolata su due piani fuori terra, il collegamento tra i due livelli è consentito da una scala interna. L’accesso principale è situato sulla facciata sud- ovest lato Nazario Sauro dove si apre il cancello che conduce tramite vialetto pavimentato e patio scoperto di quasi 40 metri quadrati. L’altro ingresso invece è situato sul retro, ossia lato via Terreni Pacchiani. Gli ambienti sono stati progettati con standard di lusso e comfort (aria condizionata, sistema d’allarme e porte blindate). Infatti al piano terra c’è ampio ingresso con salone, sala da pranzo, disimpegno, camera matrimoniale, cucina abitabile, bagno con doccia; al piano primo si trova invece un ampio disimpegno che conduce alla zona notte, tre camere da letto, due bagni, camera padronale con bagno (sul retro dell’edificio si trova la centrale termica).

Una giotta occasione per ricconi in cerca di affari considerata la posizione davvero privilegiata della maxi villa che la perizia certifica in "ottimo stato di manutenzione".

Che Forte dei Marmi, territorio dai prezzi ’stellati’, non sia nuova anche ad aste record è ormai cosa nota. Proprio un anno fa fu proposta all’asta – a 12 milioni di euro – la Villa Siemens sul lungomare a Roma Imperiale. Nata col nome di "Villa Apuana", fu infatti costruita nel 1899 da Herta Harries von Siemens, figlia del magnate tedesco delle acciaierie che spese una fortunaper comprare dai conti Digerini Nuti di Pietrasanta gli arredi per quella villa che segnò uno dei primi insediamenti di tedeschi a Forte dei Marmi.

Francesca Navari