Emma e Mattia dell’Iti ai mondiali di Buzios

Due studenti del Liceo Sportivo "Fermi" di Lucca, Mattia Tognocchi e Emma Maltese, si qualificano per i Campionati Mondiali Giovanili di barca a vela a Buzios (Brasile). La scuola e la città li sostengono nell'impresa.

Emma e Mattia dell’Iti ai mondiali di Buzios
Emma e Mattia dell’Iti ai mondiali di Buzios

E’ meravigliosamente ufficiale e certo: ai Campionati Mondiali Giovanili di barca a vela in programma a Buzios (Brasile) dall’8 al 16 dicembre, nel team Italia ci saranno anche due lucchesi. Si tratta di due studenti entrambi del Liceo Sportivo “Fermi“ di Lucca: Mattia Tognocchi (frequenta la 5D Sp) e Emma Maltese (4D Sp). Grazie alle loro performance si sono qualificati per quella che a ragion veduta viene definita una sorta di Olimpiade dove si sfideranno gli under 19 a bordo di una deriva “4.20“. Tanta emozione e qualche timore per i due giovani atleti.

“Daremo il massimo, ma certo non sarà facile fare lo stesso sul fronte scolastico, visto le assenze a cui saremo costretti in un periodo strategico del quadrimestre“, dicono Mattia e Emma che saranno di nuovo chiamati a gareggiare per un’altra competizione internazionale a gennaio. Il vicepreside Ranieri Pelamatti li tranquillizza: “In realtà tutta la scuola è con loro, con grande orgoglio, i professori in primis“. Una passione, quella della barca a vela, che seppur giovanissimi, viene da lontano. Erano bambini quando il papà ha insegnato loro i primi rudimenti e, soprattutto, ha trasmesso quel senso di magica simbiosi con il mare che si vive solo attraverso il “frusciar delle vele“ con lo scafo che solca silenziosamente l’acqua. “Mio padre era nella Fin - dice Mattia - , fu lui che mi fece provare l’ebbrezza della barca a vela. E dopo la prima lezione rimasi folgorato, non volevo più tornare. Poi sono iniziati gli allenamenti ed è arrivata la passione, quella vera, che spero presto possa diventare un lavoro“.

“Avevo 7-8 anni quando iniziai - racconta Emma - , è grazie a mio padre che mi sono affezionata al mare e a questo sport. All’inizio ero titubante, poi mi è piaciuto, anche troppo“. Con bella questa carica – e il tifo di tutta la scuola e della città – Mattia e Emma si preparano alla grande prova, pronti a portare alto il tricolore ai mondiali in Brasile.