A teatro l’incontro “accessibile“ con Nicola Della Maggiora

Il Teatro del Giglio di Lucca ospita l'incontro "Accessibilità nei luoghi della cultura" con Nicola Della Maggiora, focalizzato sull'accesso per le persone sorde. L'evento prevede una presentazione in LIS e una performance di visual vernacular. Ingresso libero e gratuito.

Oggi alle 19 al foyer del Teatro del Giglio nuovo appuntamento del cartellone 2024 di Un Teatro Sempre Aperto: l’incontro con Nicola Della Maggiora “Accessibilità nei luoghi della cultura: il suono non è tutto” che rappresenta il secondo appuntamento della serie denominata “Attraversare le frontiere”. Con questa serie di eventi, il Teatro del Giglio intende offrire uno spazio di approfondimento e sensibilizzazione sull’accessibilità dello spettacolo dal vivo. In particolare, questo secondo focus è dedicato alle modalità di accessibilità dello spettacolo dal vivo per le persone sorde.

In apertura l’incontro con Nicola Della Maggiora, artista sordo, attore e poeta toscano, direttore del dipartimento Academy dell’Istituto dei sordi di Torino presenterà le sfide e possibili soluzioni legate all’accesso ai luoghi e alle esperienze della cultura per i sordi. Questo incontro e l’eventuale dialogo con il pubblico che può scaturirne, si terrà in Lis (lingua italiana dei segni) con traduzione simultanea in italiano, per consentire a tutti i presenti udenti e non di partecipare pienamente.

A seguire Della Maggiora si esibirà in una sua breve performance di visual vernacular (speciale forma espressiva dell’arte sorda) dal titolo Il soffione. Per la realizzazione di quest’incontro si ringraziano per la collaborazione l’Istituto dei Sordi di Torino e l’Ente Nazionale Sordi sezione di Lucca. L’ingresso all’evento è libero e gratuito, fino a esaurimento posti. Fino al 27 giugno, dal martedì al sabato con orario 11.30 – 18 e la domenica con orario 11.30 - 19.30, grazie al progetto “Un Teatro Sempre Aperto 2024”, le porte del Teatro del Giglio saranno aperte per rendere gratuitamente visitabile lo spazio ai lucchesi e ai turisti presenti in città.