Il mausoleo a Ciano così come viene immaginato da Caluri
Il mausoleo a Ciano così come viene immaginato da Caluri

Livorno, 6 ottobre 2015 - "Se passate dalla parte sud di Livorno, poco prima della scogliera alzate gli occhi verso terra, vedrete un curioso cubo bianco in mezzo alla macchia mediterranea che guarda il mare". Inizia così il post provocatorio di Daniele Caluri su Facebook, disegnatore e fumettista "padre" di personaggi come Don Zauker. Si rivolge agli assessori Nicola Perullo e Serafino Fasulo, fa un appello al sindaco e... alla Disney per riqualificare l'augusto rudere a Montenero. "Si tratta delle rovine di quello che doveva essere il grandioso Mausoleo di Costanzo Ciano, gerarca fascista ghermito all'affetto dei cari nel 1939, e che doveva sobriamente sorreggere non solo un gigafaro alto 50 metri a forma di fascio littorio, ma anche un Kaiju di marmo del mite gerarca. E invece quello che resta è questo cubo cavo, abbandonato ai rifiuti, alle sterpaglie e alle scorie dell'amore in camporella".

Poi l'affondo e l'idea rivoluzionaria quanto provocatoria, con tanto di foto-progetto. "Da qui, completamente vittima del mio senso civico - spiega ancora Caluri - rendo nota quindi l'iniziativa di cui mi vorrei far promotore: salviamo il Mausoleo di Ciano, TRASFORMANDOLO NEL DEPOSITO DI ZIO PAPERONE. Ecco, allego un paio di immagini-prova; la forma c'è, le dimensioni anche. SINDACO, ASSESSORI, AMICI DISNEY: restituiamo nuova dignità e prestigio a questo relitto dimenticato da Dio e dagli uomini - con l'esclusione di qualche babbeo nostalgico - e ridiamo impulso al turismo migliore nella nostra città!. P.S. Sono serio".

L'idea di Daniele Caluri

Il mausoleo fu finanziato dopo il 1939 da una sottoscrizione pubblica aperta dal Podestà di Livorno; i lavori furono affidati a Gaetano Rapisardi per la parte architettonica, e allo scultore Arturo Dazzi per quella monumentale. Tuttavia, l'epilogo della dittatura fascista impedì il completamento dell'opera, che fu lasciata nella forma di un massiccio torrione alto circa 17 metri, mentre il faro fu minato dai guastatori tedeschi e abbattuto. Nella foto sopra il "prospetto" immaginato da Caluri e affidato ai social network.