"Anche contro chi punta allo scudetto, non dobbiamo accontentarci delle belle prestazioni. Bisogna fare risultato!". Thiago Motta, dopo la seconda sconfitta consecutiva al Picco contro una grande, giocando a tratti alla pari, è stufo. "Contro il Milan, meritavamo di uscire dal campo con 1 punto – prosegue – abbiamo tirato di più rispetto alla sfida con la Juventus". Ai ragazzi ha fatto solo i complimenti negli spogliatoi. "Siamo sulla strada giusta, con uno spirito da squadra. Abbiamo e avremo bisogno di tutti,...

"Anche contro chi punta allo scudetto, non dobbiamo accontentarci delle belle prestazioni. Bisogna fare risultato!". Thiago Motta, dopo la seconda sconfitta consecutiva al Picco contro una grande, giocando a tratti alla pari, è stufo. "Contro il Milan, meritavamo di uscire dal campo con 1 punto – prosegue – abbiamo tirato di più rispetto alla sfida con la Juventus". Ai ragazzi ha fatto solo i complimenti negli spogliatoi. "Siamo sulla strada giusta, con uno spirito da squadra. Abbiamo e avremo bisogno di tutti, anche di chi non ha partecipato a queste prime giornate". Qualcosa non gli è piaciuto comunque. "Non è sufficiente solo difendersi, dobbiamo impostare bene anche da dietro. Si può recuperare palla anche bassi, se l’avversario non ti permette altro, però non bisogna buttarla via, come capita ancora ogni tanto". Comunque i problemi arrivano spesso in area di rigore, come i due gol subiti dal Milan. "Nel calcio ci sono tante cose, però di certo è che la partita la vinci in quello spazio. Se sei forte lì, allora sei a posto. Occorre crescere".

Col Verona, nel prossimo turno, uno scontro diretto. "Non cambia nulla. Ora un giorno di riposo e poi penseremo unicamente a quella sfida. Sarà un match equilibrato, di buon livello, come sono entrambe le formazioni". Da qui partiamo anche con Verde, autore del gol del pareggio. "Sappiamo che al Bentegodi non sarà affatto facile – dichiara l’attaccante –, ma non ci inventeremo niente. Sono sicuro che disputeremo una grande partita". Parlando del Milan, resta il rammarico per l’occasione persa. "Naturalmente, è la seconda volta che facciamo una bellissima gara e usciamo dal campo con 0 punti. Il pari sarebbe stato più giusto. Con queste squadre, però si sa, un secondo di libertà e non ti perdonano". Le ottime prestazioni rimangono. "Due partite, una dietro l’altra con 2 tra le 3-4 migliori d’Italia e senza farsi mettere i piedi in testa". Qualche incertezza e indecisione in alcuni frangenti. "Tocca a noi più adulti dare una mano ai giovani e alla squadra. Ce la stiamo mettendo tutta e giochiamo bene".

Il tecnico del Milan Stefano Pioli è soddisfatto del risultato. "Sono aumentate le aspettative nei nostri confronti e non dobbiamo perdere l’umiltà. Siamo stati forti anche mentalmente, seppur ci siano state delle difficoltà come col Venezia". Poi si sofferma sul campo del Picco. "Non è omogeneo e secondo me questo non va bene, permettetemi di dirlo. Non credo che sia corretto perché in Serie A le misure dovrebbero essere uguali (è più stretto di 3 metri, ndr) per dare a tutti la possibilità di giocare sulla stessa superficie".

Marco Magi